Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Terza pagina > Foto d’epoca: il passato ritorna

Foto d’epoca: il passato ritorna

domenica 7 dicembre 2008, di redazione


Grazzanise - Qui lo sguardo meravigliato di un bimbo, lì un serio personaggio con tanto di baffo che guarda severo e quasi con bellica ostilità l’obiettivo, o un gruppo di amici in allegra riunione, e lavoratori in un momento di pausa, scolari, studenti e militari schierati per la foto di gruppo, e ancora ricordi di matrimoni e di feste paesane o di entusiasmanti eventi sportivi.

Ce n’è per tutti i gusti in questa raccolta di circa 300 fotografie che l’Associazione Culturale Tre Grazie, guidata dal prof. Michele Petrella, ha messo insieme offrendole alla visione dei cittadini.
Squarci di vita privata e collettiva, scatti in posa o in movimento, foto vecchie, in qualche caso antiche (fine ’800), spesso attaccate dal tempo che tutto cancella, brandelli di realtà che si ripresentano alla nostra attenzione rivelandoci persone e avvenimenti, ore liete e tristi, modi di vestire o di lavorare, stili e atteggiamenti, personaggi noti e anonimi abitanti di queste plaghe, dimenticati e pur presenti, che a modo loro hanno fatto la storia di questo paese, la nostra storia, ci hanno costruito.

Il passato che ritorna, non per mero autocompiacimento, ma per dipanare un filo conduttore col presente.
Questa della Tre Grazie è una iniziativa meritoria, realizzata (o soltanto iniziata), guarda caso, da un gruppo di giovani di cui ci piace citare i nomi: Paolo, Roberto e Giampaolo Raimondo, Enza Damiano, Agnese Petrella, Raffaella Petrillo, Michela ed Emiliana Crisci, Nunzia Leuci, Enzo Gravante, Valerio Martellotta, Antonio Nardelli, Emma Rullo e Giovanni Parente. Una iniziativa difficile da far decollare se si pensa che era tra i primissimi impegni dell’associazione all’atto della sua nascita nel 1992.
Finalmente si è riusciti a raccogliere un buon numero di fotografie, tale da poterne fare una mostra che, speriamo, sia solo una tappa nella scoperta del nostro passato. Essa va ad affiancarsi ad altre iniziative di recupero della memoria, ad esempio nel campo linguistico (Il Dizionario Grazzanisano, di R. Petrillo), o, nel campo poetico-canoro (Il Canzoniere Grazzanisano, di S. Parente e M. Petrella, a cura di F. Tessitore).

Senza dubbio il patrimonio iconografico conservato o disperso nelle case dei nostri concittadini deve essere notevole. Noi stessi siamo a conoscenza di documenti fotografici di grandissima importanza ai fini di uno studio antropologico-culturale del nostro paese. E’ necessario che chi possiede tale documentazione faccia cadere le proprie riserve verso una fruizione pubblica.
Questa mostra potrebbe invogliare i dubbiosi a cogliere la prossima occasione che speriamo si ripresenti presto. Una eventuale, augurabile ripetizione potrebbe mettere a disposizione dei cittadini un numero ancora più grande di immagini.

L’Associazione Culturale Tre Grazie che ha dimostrato nel corso degli anni la propria serietà ed anche in questa occasione non è da meno (le foto sono state tutte scannerizzate per prevenire qualsiasi perdita e saranno regolarmente restituite ai legittimi proprietari a mostra finita), ha in programma anche la preparazione di una pubblicazione a stampa con il richiesto patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Così la mostra odierna lascerà una traccia che sarà possibile conservare e studiare in futuro.

Inoltre non ci dovrebbero essere problemi alla conservazione elettronica di tutte le immagini presso la Biblioteca Civica, a beneficio degli studiosi.

La mostra si è aperta, ieri sera, con una breve cerimonia con gli interventi del prof. Michele Petrella, Coordinatore della Tre Grazie, e del dott. Salvatore Raimondo, Assessore alla Cultura. Era presente un numeroso e qualificato pubblico tra cui la padrona di casa, la D.S. Prof.ssa Itala Sterpetti, molto sensibile a queste tematiche e sempre attenta ai rapporti Scuola-Territorio, l’avv. Francesco Petrella, presidente della sezione campana dell’Accademia Tiberina, la nuova Segretaria del Comune, dott.ssa Noemi Spagna Musso.

frates

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout