Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Religione > State buoni se potete

State buoni se potete

Arrivederci Don Peppino

giovedì 19 maggio 2016, di paparente


State buoni se potete : in queste parole di San Filippo Neri considero racchiusa la vita di Don Giuseppe Lauritano.

Non dimenticherò mai la pazienza che aveva con i bambini (durante le funzioni potevano addirittura salirgli addosso senza che si scomponesse, anzi riprendeva gli adulti che si distraevano!) ed avrò sempre viva l’immagine di vero prete qual’era.

Non si stancava mai di portare l’abito talare (non si faceva mai trascinare dalle mode del momento) anche nelle giornate più calde ed afose e lo ricorderò servire Cristo finché le forze lo hanno retto (Pasqua 2015 in ginocchio per ore fino a tardi!!)

Ha celebrato le nozze dei miei genitori 49 anni fa, 42 anni fa quelle dei miei suoceri e 21 anni fa le mie. E’ stato per quasi 60 (!) anni la guida spirituale del nostro paese.

Come paese non possiamo che dirgli grazie per quanto ci ha dato e chiedergli perdono per tutte le volte che non l’abbiamo compreso e per tutte le volte che abbiamo preteso che dovesse sempre, comunque e dovunque comportarsi come un santo.

Esigere tanto e troppo da lui anche quand’era stanco ed ammalato è stata la regola con cui lo abbiamo trattato e non ci siamo, forse, mai chiesto quanto ed in quanti momenti quest’uomo si sia sentito solo ed abbandonato.

In vita gli ho detto e scritto cosa di buono ha rappresentato per la nostra comunità (ricordo 10, 100, 1000 funzioni e tradizioni: dal fuoco di Sant’Antonio Abate al te Deum di fine anno passando per il pane di San Biagio, le 40 ore, il triduo pasquale, il Corpus Domini, il pane di Sant’Antonio, la festa di San Giovanni, la festa della Madonna di Montevergine, la festa di Santa Massimiliana ecc.. ).

In questo momento voglio ricordare la sua grande fede nella Beata Vergine (sono stato due volte a Lourdes con lui ed ho visto che era "innamorato" di Maria!).

"Madonnaro" com’era non poteva che lasciarci nel mese mariano per eccellenza: Maggio.

Arrivederci Don Peppino e grazie della tua vita trascorsa nella nostra comunità!

paparente

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout