Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Liberazione Democratica: "Il Sindaco Enrico Parente al Giro d’Italia"

Liberazione Democratica: "Il Sindaco Enrico Parente al Giro d’Italia"

Partenza ed… arrivo a Via Diaz = Striscia di Gaza

sabato 14 febbraio 2009, di redazione


Grazzanise - Riceviamo da Liberazione Democratica:

Pare che il sindaco Enrico Parente abbia deciso di anticipar di 3 mesi il Giro d’Italia, nel corrente “febbraro”…corto e amaro (che -secondo i cronisti… “sportivi” come lui- non gli porterebbe molta fortuna: perfino You Tube registrò il suo iroso lancio della fascia tricolore il 1° di questo stesso mese del 2008). Lo spavaldo “corridore”, con memoria buona ancorché rinfrescata, indossando un po’ la tuta del Torriani, un tempo ”patron” del Giro, e un po’ del Bartali invidioso del Coppi, che avrebbe dunque già fatto? Sì, s’è lanciato in “fuga” lasciando al gregario “sinistra-destra”, il “verdino” Carlino, le sorti del “gruppo”, non senza aver comunicato al Signor Prefetto di dover restar “fuori Giro” per l’intero giro del mese, cioè fino al 28 pv. Allarmati, i soliti “ciucci presuntosi” hanno chiesto notizie, ma nel gruppo di “corridoretti” e “corridorucci” ormai sfilacciato lungo la sp 333, pardon nella ubbidientissima squadra “svoltista”, tutti abbottonatissimi o tirata tutta in su la cerniera della “divisa” ciclistica. Allora, supposizioni a bizzeffe! Se ne sono perciò dette di cotte e di crude: “Il sindaco “a due ruote”, stavolta un tantino sgonfie, sarebbe in salutare cura da qualche parte”; “Enrico non sopporta i temporali di quest’inverno ed è andato a cercarsi un posto al sole”; “Il primo cittadino è a Milano a seguire un corso di management: spera di poter cavare una poltrona di direttore generale d’Asl”. Qualcuno ha parlato del suo spento cellulare; qualche altro ha riferito che i collaboratori di un altro “patron” gli han fatto vana visita a casa. Invece, a grande sorpresa (o “a grande richiesta di popolino”) non più di 5 giorni dopo la fuga, passata è la tempesta ed il ciclista, udendo “gli augelli far festa”, –come la leopardiana gallina- è tornato “in su la via, a ripeter il suo verso”. Insomma, colui che prima se l’era date a gambe, una volta toccatesi le sue cosce flosce, è arretrato, si è fatto di nuovo riveder nel “gruppo” che, sempre ansioso, lo seguiva, “guadagnando” così meno faticose posizioni, fino a mettersi quasi in coda, mentre lo sforzo dell’andatura è rimasto e rimane tuttora a carico del f.f. sindaco clemente. Adesso la gara, ovviamente sponsorizzata da La Gazzetta dello Sport, si affina ed il traguardo inevitabilmente s’avvicina. Chi vincerà? Mah! Il leader partì il16 aprile del 2000 da via Diaz e a Via Diaz indubbiamente l’arrivo è segnato. A meno che non si vi sia stato un errore a tracciar la “dama bianca”, errore simile a quello che fece il Corriere di Caserta, quando, in quel lontano 18 aprile del 2000, titolò “Parente chiude l’era Vaio”. Ma che chiusura d’Egitto!? Vaio non è stato chiuso, non s’è chiuso e forse non si chiuderà “a giorni”. Il 19 seguente, il medesimo quotidiano tornò alla carica: “Parente; Un sogno diventato realtà”. Eppure i sogni, talora, s’infrangono e talaltra diventano incubi. Ma non per il re-ciclista Enrico che pensa di risolver tutto, proprio tutto, a Via Diaz. Per far la “farina” ci vuole il grano e, nonostante a Grazzanise non se ne semini più nemmeno su un moggio, il capo, magari pronto anche a volgerlo al femminile, lo farebbe a tutti i costi crescere…nella sua “capa”. Sì, a tutti i costi, giacché la gente prima o poi saprà (dal responsabile dell’area economica o almeno dall’ing. al vertice del settore tecnico) quante centinaia di euro al giorno “costa” l’escavatrice piazzata da un paio di settimane sempre lì, a Via Diaz, dove si scava e poi si getta terra su, si sfonda l’asfalto e subito si ricopre il fondo. Un giochetto che, dopo oltre 4 mesi dalla chiusura “a rete” dei primi di ottobre del 2008 ed aperta la “striscia di Gaza” nel commovente periodo natalizio, va avanti senza che l’uomo qualunque possa una buona volta sapere quando e come finirà.
C’è dell’altro? Ma sì, una “catena” di fatti e fatterelli che verranno fuori appena torneranno i tempi belli!!!

Il Presidente Geom. Antonio D’Abrosca

 

2 Messaggi del forum

  • il sindaco enrico parente pratica molto sport, come anche la sua squadra e le gambe di conseguenza non possono essere flosce, ma saranno abbastanza forti da tirare calci nel sedere di qualcuno...suggerisco ai politici di Liberazione democratica di comprarsi uno specchio e un dizionario di lingua italiana...P.S. Da quanto si può vedere la vostra prestanza fisica per migliorare non ha bisogno di una palestra ma di andare direttamente a Lourdes.
    • Liberazione Democratica: "Il Sindaco Enrico Parente al Giro d’Italia" 23 febbraio 2009 22:16, di liberazione democratica
      Egr.,M.R. non sarebbe opportuno atteso che ha tanto coraggio di siglare il suo commento per esteso?,cosa l’ha frenata?, lei è libera/o di esprimere la sua critica,nascondersi dietro l’anonimato dimostra cosa lei realmente vale, ’NULLA’’. In merito ai calci nel sedere, non crediamo che faranno male più di tanto,poichè le natiche dei responsabili della cabina di regia di ’’liberazione democatica sono abbastanza corpose’’, nè tantomeno potrà farlo lei con il suo piedino da ’’fata’’ . Ad ogni modo ringraziamo codesta redazione per aver dato l’ennesima possibilità, agli anonimi (da cui siete come redazione, inspiegabilmente attratti)di esprimersi con la volgarità a cui ci hanno abituato in un recente e non lontano passato. La qualità del confronto egregi intellettuali non si migliora con le invettive anonime e le minacce di calci nel sedere......cordialmente...la direzione liberazione democratica................


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout