Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cultura > Musica > Musica tardo-rinascimentale e tradizioni popolari nel Concerto di (...)

Musica tardo-rinascimentale e tradizioni popolari nel Concerto di Natale

domenica 28 dicembre 2008, di redazione


Grazzanise - I virtuosismi e i preziosismi della musica tardo-rinascimentale e barocca si legano a doppio nodo con le tradizioni popolari della storia europea. É questo il tema che domina il XVII Concerto di Natale organizzato dall’Associazione Culturale “Tre Grazie” tenutosi il 27 Dicembre presso la Rettoria di Montevergine a Grazzanise.
L’appuntamento come ogni anno si è rinnovato per questo periodo natalizio proponendo nuove esperienze musicali che come sempre arricchiscono quelle pregresse apportando nuovi e interessanti temi musicali.
Il complesso vocale “Dimensione Polifonica” diretto impeccabilmente dal Maestro Biagio Terracciano, quest’anno ha proposto una interessantissima carrellata di motivi natalizi legati alle tradizioni popolari europee, fondendo nel programma della serata i motivi tradizionali delle culture nordeuropee, mediterranee e classiche americane, interpretate con cambi repentini di tempo e passaggi di grande virtuosismo strumentale e vocale.
Notevole apprezzamento nella platea hanno riscosso i brani “Carol of the bells”, motivo legato alla tradizione pagana ucraina di augurio per l’avvento del nuovo anno, in cui le voci del coro polifonico si intrecciano abilmente nella riproduzione del suono delle campane e “Stille nacht” riproposta nella versione originale di Gruber (coro e chitarra) capace di provocare in tutti gli ascoltatori lontani ricordi del Natale legati alla dolcezza della propria infanzia.
Nella parte conclusiva è stata proposta la tradizione popolare campana con brani tratti dalla “Cantata dei Pastori” e l’immancabile “Quanno nascette Ninno” di S. Alfonso Maria dè Liguori, eseguiti mirabilmente dal coro accompagnato dalla chitarra e della voce “classica” del maestro Carlo Torre.

La serata, introdotta dal Coordinatore prof. Michele Petrella, e presentata dalla studentessa Emma Rullo ha consentito, contestualmente agli auguri di rito, di fare il sunto dell’anno sociale 2008, con ringraziamenti a coloro che hanno partecipato alle numerose iniziative, e di spronare i soci al prosieguo delle attività per l’anno 2009.
L’appuntamento quindi è rinnovato per tutti all’anno prossimo con l’auspicio che il 2009 sia un anno proficuo di attività per l’”Associazione Tre Grazie”, che con i numerosi momenti di crescita culturale e sociale possa essere sempre più un riferimento per la vita pubblica del territorio in cui essa costantemente opera.

Giampaolo Raimondo

 

1 Messaggio


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout