Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Formazione > Gruppo Scout di Grazzanise, un impegno per la formazione e l’educazione dei (...)

Gruppo Scout di Grazzanise, un impegno per la formazione e l’educazione dei ragazzi

giovedì 12 ottobre 2017, di redazione


“Un albero il cui tronco si può a malapena abbracciare nasce da un minuscolo germoglio.
Una torre alta nove piani incomincia con un mucchietto di terra.
Un lungo viaggio di mille miglia si comincia col muovere un piede.
” 
Queste parole di Lao Tzu incarnano a pieno l’idea e il progetto del Gruppo Scout Grazzanise, che da qualche anno si è affacciato sul territorio Grazzanisano, una realtà tutt’altro che semplice da affrontare, all’interno della quale bambini prima e adolescenti poi faticano a trovare una via d’uscita alla classica vita da paese che da anni si appiccica ai giovani cittadini Grazzanisani. Maurizio Paolucci, Antonio Santagata e Giovanni D’Elena promotori di tale progetto in qualità di Capi e Capi in fase di formazione, credono profondamente in esso.
Quest’anno in data 8 ottobre si è aperto l’anno scout, si è deciso di effettuare tale cerimonia in un luogo che avrebbe garantito una certa risonanza, cioè di fronte al Comune di Grazzanise così da poter dimostrare una piccola parte delle attività del Gruppo, l’approccio con i ragazzi, la volontà di farli divertire imparando concetti fondamentali come la lealtà, il rispetto e la fratellanza che vanno via via svanendo. Il Gruppo attualmente conta circa una ventina di ragazzi e ragazze ed una comunità capi/adulti di sette componenti, si accolgono ragazzi e ragazze dall’età minima di otto anni fino ad un massimo di diciotto, successivamente si entra a far parte della comunità capi e adulti.
In funzione dell’età faranno parte di diverse Branche: i Lupetti per i bambini dagli otto ai tredici-quattordici anni, in questa fascia di età i bambini/e attraverso il gioco impareranno a conoscere l’importanza dell’osservazione tramite i “Giochi di Kim”, scelti per sviluppare le competenze mentali e motorie. Saranno avviati ad una parziale indipendenza, maggiormente sviluppata nella seconda fascia di età fino ai diciotto anni, ovvero, gli Esploratori. In tale fase i ragazzi/e assorbiranno concetti di responsabilità, sopravvivenza, risoluzione dei problemi in assenza del comfort giornaliero. Gli Esploratori a differenza dei Lupetti, avranno un’autonomia maggiore così da garantire ai ragazzi/e una crescita scevra dell’eccessiva dipendenza che caratterizza la realtà odierna.
L’elemento distintivo di ogni Gruppo Scout è il foulard che descrive l’appartenenza al territorio in cui esso insiste, i colori del Gruppo Grazzanise sono il giallo che ricorda i girasoli presenti anticamente sul territorio del Volturno, marrone il colore della fertile terra della Campania Felix e verde, classico colore della natura fondamentale nella vita di ogni Scout. La Natura è posta al centro della vita di ogni Scout, si impara a rispettarla a conviverci, all’aperto, infatti, ci saranno svariate attività, Campi Estivi, quest’ultimi coronamento di una preparazione annuale che parte a settembre concludendosi a giugno, ogni Campo è caratterizzato da una serie di attività basate su un tema, la tematica dell’anno scorso è stata “I Cavalieri” volta allo sviluppo dell’onore, della lealtà e dell’impegno tramite giochi, rappresentazioni teatrali e attività di natura artistico/manuale, tutte preparate e svolte dai ragazzi in totale autonomia, al fine di affinare le sfumature del carattere di tutti i ragazzi/e.
Lo scopo di tale impegno è la nascita di una realtà diversa per dei ragazzi/e che si affacciano su di un mondo sempre più difficile da governare, all’interno del quale si è in balia degli eventi che, in alcuni casi possono portare anche a decisioni sbagliate, le quali condizioneranno per sempre la vita del ragazzo e futuro adulto.
L’impegno che il Gruppo Scout di Grazzanise si pone è quello di aiutare a formare degli adulti pronti ad essere umili di fronte ad una persona anziana che chiede aiuto, forti dinanzi a soprusi di ogni genere, pronti a meravigliarsi della bellezza della Natura e trattarla con il rispetto che merita.
Degli adulti che siano padroni della propria vita e custodi del Mondo.

Giovanni D’Elena

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout