Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Allagamenti: l’interrogazione di Nuovi Orizzonti

Allagamenti: l’interrogazione di Nuovi Orizzonti

Conte e Petrella chiedono il piano organico di controllo e revisione del sistema fognario

giovedì 8 ottobre 2015, di Peppe Florio


GRAZZANISE – Ormai è routine: appena piove il centro storico del paese si allaga, con conseguenti disagi per la circolazione e perdite per gli esercenti. Una situazione tutt’altro che normale, a cui i cittadini non devono abituarsi e su cui è giusto tenere accesi i riflettori, sia con richieste formali che con la satira.

E’ di poche ore fa l’interrogazione proposta dal gruppo consiliare di opposizione Nuovi Orizzonti. Una questione, quella degli allagamenti che – come scrivono Federico Conte e Orsolina Petrella – non è mai stata inserita in un contesto più ampio ed organico di verifica, controllo e rifacimento della rete fognaria e di pulizia dei canali di deflusso delle acque piovane.

Una problematica che, secondo i consiglieri di Nuovi Orizzonti, si evolve su almeno 3 fronti:
in primo luogo i disagi per cittadini e commercianti, intollerabili e ingiustificabili considerate le tasse corrisposte; in secondo luogo il comune potrebbe essere chiamato a risarcire i danni (con ulteriori spese per le tasche degli stessi cittadini già danneggiati ndr); in terzo luogo il problema assume un carattere di emergenza igienico/sanitaria.

Queste, dunque, le questioni poste alla maggioranza, invitata a intervenire repentinamente:

  se è previsto un piano organico di controllo e revisione del sistema fognario da affidare a specialisti di settore;

  quali tempi si prevedono per la realizzazione di un progetto di rifacimento del sistema fognario;

  se si è dato seguito alla sostituzione delle pompe asservite al sistema fognario della zona mulino i cui abitanti spesso sono costretti a subire allegamenti, a seguito di piogge, con riversamento di liquidi fognari nelle proprie abitazioni.

  quali azioni si intendono intraprendere nei confronti del consorzio di bonifica nel caso in cui non provveda ad effettuare la dovuta manutenzione dei canali di deflusso delle acque piovane.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout