Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > "Si scopron le tombe" ... e il cittadino paga

"Si scopron le tombe" ... e il cittadino paga

mercoledì 1 agosto 2012, di redazione


Grazzanise - La pubblicazione nell’albo on line del Comune di Grazzanise della determina del Responsabile dell’Area Economico-Finanziaria n° 22 del 20 luglio 2012, avente per oggetto la liquidazione del primo acconto relativo al decreto ingiuntivo n° 1361/08 del Tribunale di Venezia sta suscitando commenti arrabbiati sul web.

In realtà la faccenda non è nuova, trattandosi appunto di decreto risalente a quattro anni fa e di sentenza emessa nel 2010, ma chiaramente gli effetti cominciano adesso.

Di cosa si tratta?
Lo spiega molto bene il documento sottoscritto dal dott. Mattia Parente in qualità di responsabile d’Area e che i lettori possono consultare in allegato. In sintesi il Tribunale di Venezia (competente per territorio), nel 2008 ha ingiunto al Comune di Grazzanise di pagare alla Società Open Software, specializzata nella realizzazione di soluzioni informatiche per la Polizia locale, la somma di 103.899,76 euro oltre agli interessi e le spese legali.
Il Comune ha proposto opposizione ma nel 2010, con sentenza n° 2554, passata in giudicato e comunicata all’Ente nel gennaio 2011 e con formula esecutiva il 5 giugno scorso, lo stesso Tribunale lo ha rigettato.

Il Comune di Grazzanise ha manifestato la “disponibilità ad ottemperare” all’ingiunzione proponendo di pagare ratealmente quanto dovuto. La Open Software, contestualmente, rinuncia a richiedere gli interessi se le scadenze verranno rispettate.
In conseguenza di tale accordo viene liquidata la prima rata di 25.997,44 euro.

E’ necessario per questo la delibera del Consiglio Comunale, peraltro sciolto? No. Secondo il responsabile dell’Area la giurisprudenza assegna al Consiglio una “mera funzione ricognitiva” di fronte a una sentenza esecutiva.

Via dunque con i pagamenti con grande sofferenza per le già esangui casse comunali. E pare che non finisca qui. A certificare una gestione ‘allegra’ degli affari pubblici. La politica ‘sbaglia’ e il cittadino paga.

frates

Documenti allegati

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout