Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Grazzanise escluso dal test sulla contabilità economico-patrimoniale

Grazzanise escluso dal test sulla contabilità economico-patrimoniale

Alla data del 30 aprile 2012 non ha dato seguito alla formale richiesta di avviare la sperimentazione.

sabato 28 luglio 2012, di Giuseppe Tallino

http://www.rgs.mef.gov.it/_Documenti/VERSIONE-I/e-GOVERNME1/ARCONET/Sperimentazione/DM13-07-2012n62520.pdf

La maggioranza svoltista ha interrotto la propria “era” amministrativa dopo 12 anni. Ha concluso la sua esperienza con le dimissioni dei consiglieri di maggioranza e la venuta della Commissione d’Accesso.

Probabilmente le esitazioni dell’ex maggioranza prima, la venuta del Commissario e l’avvicendamento della Commissione d’Accesso poi, hanno destabilizzato la vita amministrativa.
La primavera politica grazzanisana è stata confusa. Forse, figlia di tale clima di disordine è stata la decisione del Ragioniere Generale dello Stato di escludere Grazzanise“dalla sperimentazione di cui all’articolo 36 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118”con i comuni di Torino, Sospirolo, Napoli, Frosinone e Porto Cesareo.

Di cosa si tratta?
Il decreto legislativo 118 del 2011 delibera che dal 2014 Regioni ed Enti locali debbano accostare alla tradizionale contabilità finanziaria un sistema di contabilità economico-patrimoniale con la finalità di creare una unico sistema integrato di contabilità economico-patrimoniale-finanziaria analitica (il cd. SICOGE).
Il nuovo sistema si basa sulla correlazione delle scritture contabili di tipo economico-patrimoniale con quelle di tipo finanziario, ciò consentendo, dunque, la classificazione dei costi secondo la loro natura (piano dei conti), la responsabilità (centri di costo) e la finalità (programmi).
Il sistema produce vantaggi in termini di semplificazione dell’attività operativa degli uffici delle Amministrazioni e permette alle di comunicare alla Ragioneria Generale dello Stato dati puntuali e certi, nonché di supportare gli organi di governo nell’attività di valutazione delle politiche pubbliche, il profilo economico dei servizi finali erogati, di verificare le modalità di impiego delle risorse e di riflesso di controllare le priorità dell’azione politica ed amministrativa.
In ultima analisi favorisce l’allocazione più efficiente delle risorse pubbliche e l’unitarietà e la trasparenza del bilancio.

Per verificare il funzionamento del metodo (la contabilità economico-patrimoniale) dovranno attuarsi 2 anni di sperimentazione.
Gli enti che hanno fatto richiesto di partecipare al test avrebbero dovuto con delibera di giunta inviare al Ministero la disponibilità a partecipare alla prova entro il 20 gennaio 2012.
68 sono i comuni che hanno fatto richiesta di partecipare (tra i quali rientra Grazzanise), 2 si sono tirati indietro e 4 sono stati esclusi.

Perché Grazzanise è stato escluso? Perché, alla data del 30 aprile 2012, “i comuni di Torino, Grazzanise, Napoli e Frosinone, non hanno dato seguito alla formale richiesta di avviare la sperimentazione.”
E’ un occasione sprecata! Grazzanise avrebbe potuto farsi partecipe di un test finanziario importante. Invece, nella confusione, (perché credo che si tratti di dimenticanza: se si è fatta richiesta di partecipare la stessa indica l’esistenza di una chiara volontà politica e tecnica di aderire al progetto) tutto è stato abbandonato.

Giuseppe Tallino

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout