Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > La catastrofe della continuità

La catastrofe della continuità

sabato 15 maggio 2010, di redazione


Grazzanise - Pubblichiamo il volantino fattoci gentilmente pervenire dalla lista civica Nuovi Orizzonti:

LA CATASTROFE DELLA CONTINUITA’

Errare è umano, perseverare è diabolico…..
Questo motto così antico ma così attuale, sembra essere il cavallo di battaglia dell’Ineffabile Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Grazzanise Salvatore Raimondo.
Le scuole sono perfettamente funzionanti……, abbiamo sentito strillare dall’Ineffabile durante la campagna elettorale; per non parlare poi dell’ultimo Consiglio Comunale, nel quale ci ha dato una lezione di stile, sostenendo che ha provveduto alla richiesta di finanziamenti per l’adeguamento delle scuole previa presentazione di progetti bla bla bla bla…, definendo i cittadini di questo Paese anche scostumati, quando ha detto “adesso educhiamo i cittadini”…….

Errare è umano, perseverare è diabolico……

Nel verbale di accertamento effettuato datato 16 aprile 2010 sui plessi scolastici del Ns. Paese da parte di ufficiali di P.G., unitamente ad esperti del settore, tra le tante, sono state rilevate anomalie che definire sorprendenti è davvero poco: nella scuola elementare Don Milani la campanella è priva di alimentazione elettrica di sicurezza, alcuni bagni presentano gli scarichi otturati ed altri addirittura non funzionanti, così come manca l’illuminazione di emergenza, così come la porta di uscita di sicurezza risulta parzialmente bloccata nell’apertura, così come il vano contatore dell’impianto elettrico posto all’ingresso dello stabile risulta non protetto da sportello, così come mancano i verbali di verifica periodica degli impianti…ecc…

Per non parlare poi, riferendoci all’attualità, della chiusura del refettorio della scuola elementare della Frazione, per la qual cosa ci si chiede come viene assicurato un servizio così delicato, ove il sottoscala risulta oberato di materiale accumulato e mai smaltito, che ovviamente genera non solo confusione ma accumula polvere e sporcizia, ove la porta di emergenza è rotta e non si chiude, così tutti possono accedere al plesso senza problemi, in barba alla sicurezza dei bambini.

E pensare che solo nei primi quattro mesi dell’anno 2010, sono stati liquidati circa 30.000,00 euro per interventi sui plessi scolastici, e chissà quanti altri euro sono stati spesi nell’anno 2009, sui quali notizieremo la cittadinanza valutandone la congruità dei lavori effettuati con le conseguenze del caso.

Oltre cinque anni di continuità nella catastrofe: si dimetta Assessore, lo faccia nell’interesse primario della cittadinanza.
E’ proprio vero: errare è umano, perseverare è diabolico.

Il gruppo di minoranza in Consiglio Comunale “Nuovi Orizzonti”

Rispondere all'articolo

 

2 Messaggi del forum

  • La catastrofe della continuità

    16 maggio 2010 09:51, di v p
    Brava l’opposizione che fa conoscere le macagne dell’amministrazione e le balle propinate dalla stessa alla cittadinanza. Per la legge sulla par condicio un membro dell’opposizione ci ha chiamato ignoranti uno della maggioranza ci ha chiamato maleducati, siam messi bene! Ma chi ha scritto il manifesto? Ah l’italiano!

    Rispondere al messaggio

    • La catastrofe della continuità 16 maggio 2010 11:12, di ulisse
      Egregio v p avresti fatto meglio a tacere sulla questione dell’italiano. Io ho letto il mafifesto, come tu lo chiami, e credo sia stato scritto in modo molto più corretto delle tue quattro righe. Certo devi avere un bel coraggio a lamentarti della preparazione di coloro che hanno scritto il manifesto quando poi tu scrivi "macagne" con la "c" e non con la "g". Come dire si guarda sempre la pagliuzza nell’occhio dell’altro e non la trave nel proprio.

      Rispondere al messaggio


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout