Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Messaggio di De Franciscis ai cittadini della provincia

Messaggio di De Franciscis ai cittadini della provincia

sabato 29 dicembre 2007, di redazione


Dal suo blog il Presidente della Provincia, S. De Franciscis, rivolge un saluto ai cittadini di Terra di Lavoro:

Care cittadine e cari cittadini della provincia di Caserta,
vorrei che a voi tutti giungesse il mio augurio e quello dell’Amministrazione che rappresento di un 2008 denso di buone notizie, di salute e serenità per le vostre famiglie.

L’anno che si chiude ha evidenziato quanto siano ancora lontane dalla risoluzione alcune delle problematiche più avvertite nel nostro territorio:

• Penso in particolare ai temi dei rifiuti e dell’ambiente.

Non lo nascondo, nella consapevolezza di aver operato - con la mia maggioranza - nell’esclusivo interesse della comunità puntando a soluzioni non di comodo, come invece avvenuto per anni in cui facendo finta di non vedere i problemi veri del territorio nulla è mai stato programmato in termini di ciclo dei rifiuti e di bonifiche.

Il commissariamento dell’emergenza rifiuti ha così prodotto 14 anni di vuoto assoluto:

• 14 anni nei quali ognuno degli amministratori ha abdicato al suo ruolo;

• 14 anni di sfascio che è oggi sotto gli occhi del mondo intero e che ha lasciato che il territorio della nostra provincia divenisse una immensa discarica a cielo aperto.

Come cittadini casertani e come amministratori ci sentiamo:

• parte lesa davanti ad un modello che è stato capace di trasformare miliardi di finanziamenti in miliardi di debiti.

• parte lesa ed anche esasperata di fronte ai cumuli di immondizia nelle strade delle nostre città;

• parte lesa per il mancato rispetto degli accordi sottoscritti con il Commissariato per l’emergenza rifiuti in Campania con particolare riguardo al capitolo delle bonifiche.

Caserta ed il territorio della provincia possono quindi ben chiedere oggi il giusto risarcimento dopo i guasti causati all’ambiente.

• Chiediamo da mesi e in ogni sede la fine del commissariamento; • Chiediamo il ritorno dei poteri a Province e Comuni. • Chiediamo che le istituzioni tornino libere di riprendere in mano il futuro delle loro terre e decidere per il bene delle comunità amministrate, come avviene in ogni altra regione d’Italia.

Come presidente della Provincia, e assieme a me i sindaci del territorio, non ho e non abbiamo ad oggi alcun potere decisionale in materia di rifiuti. Anzi, il Governo ha deciso per una nuova proroga della gestione commissariale anche per il 2008.

Come presidente della Provincia, e assieme a me i sindaci del territorio, non ho e non abbiamo più pazienza di attendere.

Se è me, se è anche i sindaci che le comunità devono poter giudicare, voglio e vogliamo:

• avere la possibilità di decidere dove e come realizzare gli impianti; • di decidere come in un regime di libero mercato si possa portare sul territorio le migliori e più avanzate tecnologie; • di decidere di imporre alle nostre comunità giusti tributi per giusti servizi, annullando pertanto l’aumento insopportabile e non giustificato della Tarsu; • di decidere che i nostri figli – in definitiva – non vadano a scuola la mattina facendo lo slalom attraverso cumuli di rifiuti.

L’impegno che mi sento di sottoscrivere all’alba di questo nuovo anno con ognuno di voi è che, continuando a non mettere la testa sotto la sabbia, profonderemo ancora ogni sforzo e tentativo utile per risalire la china e restituire dignità a questo territorio.

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout