Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cultura > Lo Iac "Gravante" con la Ginocchio a favore della pace

Lo Iac "Gravante" con la Ginocchio a favore della pace

Ieri mattina due marce di studenti a Brezza e Grazzanise. Domani toccherà a Santa Maria La Fossa

giovedì 19 marzo 2015


GRAZZANISE – Un fiume di giovani studenti ha invaso le strade, nella mattinata della giornata appena terminata, per manifestare a favore della pace, con un grido di monito a tutti i conflitti in corso nel mondo.

L’input è venuto – come ha fatto sapere il giornalista Raffaele Raimondo, che ha seguito da vicino la vicenda - ancora una volta, dalla cantautrice e pacifista Agnese Ginocchio il cui slogan personale è “Musica contro tutte le guerre per la giustizia, la libertà e la pace nel mondo”. Pronta la favorevole risposta dell’Istituto autonomo comprensivo statale “F.Gravante” guidato dalla dirigente Francesca Romana Boccini. Fervida, di conseguenza, l’organizzazione coordinata nei giorni scorsi dalle insegnanti Tania Parente e Carla Piscopo e che ha visto impegnati alunni e docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado” ha comunicato Raimondo. “I messaggi preparati su cartelloni e striscioni hanno sintetizzato forti richiami alle coscienze di ciascuno di noi, oltre che ai “Grandi della Terra” troppo spesso pronti a rafforzare egemonie economiche, politiche e militari, quasi sempre a danno dei deboli e degli indifesi, sicché non sono e forse non saranno mai sufficienti gli sforzi per affermare stabilmente l’alternativa “cultura della pace””, ha continuato il freelance

In effetti si potrebbe parlare di 2 marce distinte: una a Brezza e una a Grazzanise. In entrambi i casi gli studenti - nel primo caso dal plesso “Pestalozzi” e nel secondo dal “V. da Feltre”, dal “don Milani” e dal “Gravante – hanno attraversato in corteo il centro e ascoltato i discorsi del presidente della commissione straordinaria, Giovanni Migliorelli, e del maresciallo Luigi De Santis, comandante della locale stazione dell’Arma. Sia a Brezza che a Grazzanise sono stati piantati e benedetti degli ulivi e lanciati moniti di pace, sia dalla Ginocchio che dal Cocevest.

Domani, invece, toccherà a Santa Maria La Fossa accogliere, per la tappa conclusiva, la “Fiaccola della Pace”.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout