Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Pd-Senso Civico: l’alleanza entra in crisi

Pd-Senso Civico: l’alleanza entra in crisi

Disaccordo su sindaco, simbolo e alleanze...

sabato 22 novembre 2014, di Peppe Florio


GRAZZANISE – L’alleanza con Senso Civico per le prossime elezioni amministrative non darebbe al Partito democratico la visibilità, il potere decisionale e l’apertura a nuovi gruppi che il direttivo del Pd, riunitosi lo scorso martedì, pensa che il partito meriti: sembra essere giunta la parola fine sull’alleanza tra il circolo locale e il comitato cittadino, seppure qualcuno, dal Pd, parli solo di una pausa in attesa di deliberare.

In una lettera consegnata ai membri di Senso Civico, il Pd ha dichiarato di non essere disposto ad accettare nuove condizioni emerse nell’ultima riunione. Nella prima riunione, quella al termine del quale i due gruppi comunicarono l’alleanza, infatti, secondo quanto scrive il segretario Rosario Ciliento, era stata deliberata la scelta comune del candidato sindaco, la scelta di un cartello elettorale che desse visibilità ad entrambi i gruppi e l’allargamento del progetto ad altre compagini, civiche e politiche.

Condizioni, che invece, sarebbero venute meno. Come scrive Ciliento, infatti: il comitato non è disposto a scegliere insieme il capolista, che deve essere espressione di Senso Civico; non è propenso ad accettare di perdere il simbolo, per sceglierne uno che metta in risalto anche il Pd; non è disposto a mettere in discussione il ruolo del capolista, qualora dovesse presentarsi l’occasione di un’alleanza con terzi gruppi.

Il partito crede nelle proprie energie, a prescindere da calcoli elettorali, e sente la necessità di presentarsi in maniera almeno visibile alle prossime elezioni, con un programma chiaro, a viso aperto, con un cartello che permetta di riconoscerne chiaramente le sue idee e la sua presenza” scrivono i dirigenti democrat.

L’intenzione di Ciliento, che sembra comunque essere lontana dalla lista di centrosinistra proposta da Teresa Cerchiello, è quella di unire quante più forze possibili. Non si parla, quindi, di lista d’area, dato che ciò andrebbe in contraddizione con quanto lo stesso Ciliento ha dichiarato nell’intervista che ci ha rilasciato a inizio novembre.

Peppe Florio

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout