Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Attualità > Chi ha dimenticato gli 11 operatori ecologici reintegrati?

La Fit Cisl chiede la verifica della gara per il servizio associato tra Capua, Grazzanise e Santa Maria La Fossa

Chi ha dimenticato gli 11 operatori ecologici reintegrati?

Nel bando mancano 11 dipendenti capuani: la richiesta è controllare per evitare problemi in futuro

lunedì 15 settembre 2014


CAPUA – I conti non tornano per la Fit Cisl, che ha inviato le proprie osservazioni al Provveditorato alle opere pubbliche di Campania e Molise circa la gara d’appalto europea per l’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti associato tra Grazzanise, Santa Maria La Fossa e Capua. A causare le proteste del sindacato il fatto che 11 dipendenti, reintegrati dal Giudice del Lavoro, non sono stati contati, ma sono state prese in considerazione solo le 40 unità storiche. “Appare delittuoso e in malafede la previsione a priori dell’assunzione del personale a norma dell’art. 7 del C.C.N.L. di categoria così come dettato dall’articolo n° 38 del Capitolato Speciale di Appalto vista la reale forza lavoro avente diritto che risulta parzialmente occultata” attacca il referente Giovanni Guarino. Secondo il sindacato, il rischio, che si ripercuoterebbe sui cittadini e sullo stesso ente, è quello di trovarsi sulle spalle 11 operatori che graveranno sui costi del personale per tutta la durata dell’appalto, ovvero 7 anni.

La richiesta della Cisl è quindi quella di intervento di verifica sull’intera procedura di gara, allo scopo di evitare futuri contenziosi con i partecipanti e trascinamenti per l’azienda aggiudicatrice considerando anche i riflessi negativi sui livelli. Nei prossimi giorni sarà inviata una richiesta d’incontro alla Provincia di Caserta Settore Politiche del Lavoro, per un esame congiunto della tematica.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout