Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Istruzione > La DS I. Sterpetti lascia il servizio: la scuola e il paese la (...)

La DS I. Sterpetti lascia il servizio: la scuola e il paese la festeggiano

venerdì 26 giugno 2009, di redazione


Oggi 26 giugno 2009 alle ore 19,30 si terrà, nell’Aula Magna della Scuola Media ‘Gravante’, la festa organizzata per la D.S. Prof. Itala Sterpetti che lascia il servizio. Il corpo docente, il Consiglio d’Istituto, le Amministrazioni comunali di Grazzanise e S. Maria la Fossa, autorità militari e religiose, rappresentanti delle altre istituzioni scolastiche del territorio, associazioni, saranno tutti presenti per omaggiare la D. S. e ringraziarla per l’opera svolta in questi nove anni.

Un periodo abbastanza lungo da far considerare la Preside Sterpetti una di noi. Non è facile, in concomitanza dell’addio, tracciare un bilancio della sua azione ma sicuramente la Dirigente, abruzzese di nascita e capuana di adozione, ha lasciato una forte impronta sulla Scuola media di Grazzanise e nell’ambito paesano, caratterizzandosi soprattutto per il suo attivismo appassionato in tutti i campi.

In occasioni come questa si rischia di cadere nella facile esaltazione dicendo tutto il bene possibile, tuttavia alcune linee guida sono nettamente rintracciabili nella dirigenza della prof. Sterpetti e possono essere così sintetizzate: forte impegno nell’azione didattica e formativa; massima attenzione al tema della legalità; intensi rapporti col territorio; grande importanza data alle Nuove Tecnologie; inserimento della scuola in un contesto internazionale.

Per quanto riguarda il primo punto la Preside Sterpetti ha sempre battuto il tasto della valorizzazione delle capacità degli alunni e dell’inserimento nella didattica di tutte quelle occasioni formative che si sono via via presentate. Tutto ciò che offriva il territorio (studiato e analizzato da progetti ad hoc) e la cronaca giornaliera veniva sfruttato ai fini educativi affinché gli argomenti di studio fossero messi in relazione con la vita reale dei ragazzi.

Collegato a questo aspetto l’impegno costante, intenso sui temi della legalità. La spinta in questa direzione è stata incessante, nella consapevolezza che la scuola è la principale e tante volte l’unica agenzia educativa, che deve spesso supplire all’assenza di altre agenzie, prima fra tutte la famiglia. L’educazione alla legalità si può dire che è stato il ‘pallino’ principale della Dirigente. Coinvolti in quest’opera l’Arma dei Carabinieri e la Polizia Municipale, più volte chiamati a dare il loro prezioso contributo sia con incontri che con veri e propri corsi. Ma anche associazioni come la Tre Grazie e Libera hanno affiancato a più riprese questa azione.
La scuola è stata in questi anni la palestra di allenamento alla legalità con iniziative diversificate lungo tutto l’anno scolastico.

I rapporti col territorio sono stati un altro punto qualificante della dirigenza della Sterpetti. A cominciare da quelli istituzionali con le amministrazioni comunali di Grazzanise e S. Maria la Fossa. Rapporti intensi, quasi quotidiani, tesi a risolvere piccoli e grandi problemi di gestione dell’istituzione ma anche a programmare interventi più a largo raggio ai fini dell’educazione (vedi le varie conferenze di servizi).

Rapporti con le famiglie, perché la famiglia è il punto centrale della formazione del ragazzo. Grande importanza hanno avuto quindi nel corso degli anni i vari progetti tesi ad aiutare i genitori nell’educazione dei figli.

Altro punto focale sono stati i rapporti con le associazioni, prima di tutte la Tre Grazie, nata proprio all’interno della scuola, e, ultimamente, Libera, ma anche associazioni sportive. Tutte hanno trovato nella D.S. un’interlocutrice aperta e disponibile. La scuola dunque come centro di una vasta rete di rapporti, di collaborazioni, di condivisione di un unico progetto. Tante iniziative, nate al di fuori della scuola, non avrebbero avuto possibilità di sviluppo senza la disponibilità fondamentale del Capo d’Istituto.

Tutto quanto è stato realizzato ha trovato occasione e possibilità in un’altra competenza della Preside, l’informatica. Una pioniera in questo campo rispetto a un mondo dirigenziale per lo più restio ad avventurarsi verso le nuove frontiere del sapere. La D. S. ha capito subito le possibilità offerte dalle nuove tecnologie e da Internet sia nel campo didattico che nella gestione amministrativa, in ciò favorita anche dalla presenza nella scuola di competenze specifiche (ricordiamo che la Gravante è stata forse la prima scuola media della provincia di Caserta ad avere un sito internet). Ha quindi operato in modo da diffondere la cultura informatica nella platea scolastica con appositi corsi rivolti ad alunni e docenti, ha arricchito la dotazione strutturale dell’aula informatica e degli uffici, ha promosso l’uso e la produzione di materiali didattici.

Ma il fiore all’occhiello della presidenza Sterpetti è stata la sua azione di sprovincializzazione della scuola. Attraverso vari progetti si è inserita in una rete di relazioni con altre scuole europee. In diverse occasioni sono venute a Grazzanise delegazioni straniere (francesi, inglesi, turche, polacche) così come la nostra scuola ha fatto visita ad altre istituzioni scolastiche europee. Un buon numero di nostri alunni con le rispettive famiglie ha potuto vivere direttamente a contatto con coetanei stranieri con tutto quello che ciò comporta sul piano della reciproca conoscenza e comprensione. L’intercultura è stata praticata ‘sul campo’. In questa ottica sono stati organizzati i viaggi annuali alle istituzioni europee, atto finale di un percorso a tappe cominciato con le istituzioni locali (Comune, Provincia, Regione) e proseguito con quelle nazionali (Camera dei Deputati, Palazzo Chigi, ecc). Pensare europeo, oggi, è facile, grazie all’input operato dalla Sterpetti a volte anche contro abitudini cristallizzate dello stesso corpo docente.

Ci sarebbero tante altre cose da dire per illustrare questo decennio della scuola media Gravante ma riteniamo che quanto già sinteticamente illustrato possa fornire a chi non sa le dritte di questa presidenza. Una presidenza improntata a rapporti amichevoli con tutti, consapevole dell’alto ruolo della scuola, pronta a sostenere l’azione quotidiana di quanti sono impegnati nell’educazione e ad affermare la propria presenza sul territorio, non tanto come semplice testimonianza ma come laboratorio sempre in attività.

Ecco, nel festeggiare la D. S. Itala Sterpetti per l’agognato traguardo della pensione, alcuni dei motivi per i quali la sua presidenza sarà ricordata.

Facendoci interpreti dei sentimenti di tante persone desideriamo esprimerle, anche a nome personale, un sincero ringraziamento e l’augurio più caloroso per il futuro, che sia altrettanto ricco di interessi e di soddisfazioni.

franco tessitore

Portfolio

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout