Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cultura > Capua il Luogo della Lingua festival premia Saverio Costanzo, regista de (...)

Capua il Luogo della Lingua festival premia Saverio Costanzo, regista de ’L’amica geniale’

venerdì 31 maggio 2019, di redazione


E’ in svolgimento la quattordicesima edizione di Capua il Luogo della Lingua festival che, sotto la direzione artistica di Giuseppe Bellone, si concluderà il 2 giugno 2019.

Domani Sabato 1 giugno alle ore 20.30 nel Quadriportico della Cattedrale sarà consegnato il Premio PLACITO CAPUANO 2019 a SAVERIO COSTANZO, regista de L’amica geniale. Interverranno gli scrittori DIEGO DE SILVA e PIERO SORRENTINO. L’evento sarà in collaborazione con: Circolo dei Lettori di Capua, Touring Club Italiano e Caserta Film Lab.

Il regista parlerà della trasposizione sul piccolo schermo de L’amica geniale, la serie tratta dal best seller di Elena Ferrante, super produzione che ha visto in scena 150 attori – professionisti e non – e che ha ricostruito una Napoli antica, popolare e letteraria.

Oltre a dirigere la serie, Saverio Costanzo ha realizzato il soggetto e la sceneggiatura de L’amica geniale insieme all’autrice, Elena Ferrante, e a Francesco Piccolo e Laura Paolucci. Si tratta di un’altra grande soddisfazione in ambito televisivo per Saverio Costanzo, regista di film e serie di successo come In memoria di me, Private, La solitudine dei numeri primi (tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Giordano) e In Treatment, con protagonista Sergio Castellitto.

IL PREMIO PLACITO CAPUANO

Il Premio Placito Capuano, istituito nel decennale del festival, e che da allora connota ogni edizione de Il Luogo della Lingua, viene assegnato a una personalità del mondo culturale che attraverso il suo lavoro, in vari modi e con vari linguaggi e declinazioni, dia un contributo importante alla diffusione della lettura in Italia.

Hanno ricevuto il Premio negli anni scorsi, la scrittrice Dacia Maraini (2014), il regista Matteo Garrone (2015), l’attore e scrittore Marco D’Amore (2016), lo scrittore Maurizio de Giovanni (2017), lo scrittore Lorenzo Marone (2018).

Il premio sin dalla sua prima edizione è stato realizzato dall’artista Roberto Branco, che si è sempre ispirato alla famosa frase contenuta nel Placito, che documenta il primo “volgare” scritto in un documento ufficiale: «Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte Sancti Benedicti.» (Capua, marzo 960 d.C.)

Il programma completo del festival è qui

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout