Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Sparanise: NO all’invasione dei rifiuti! SI alla bonifica dell’ex-POZZI!

Sparanise: NO all’invasione dei rifiuti! SI alla bonifica dell’ex-POZZI!

sabato 30 marzo 2019, di redazione


Sparanise (Caserta). Ancora una volta, siamo alle prese con l’attacco al nostro territorio: mesi fa ben tre società hanno fatto richiesta di autorizzazione alla Regione Campania per la realizzazione di altrettanti siti di trattamento di rifiuto umido tra l’area ex-Pozzi e la zona ASI di Pignataro Maggiore, a due passi dalla discarica abusiva di rifiuti tossici più grande d’Europa e della centrale turbogas da 800 Megawatt.

Le richieste sono state avanzate dalla Euthalia Srl, dalla Garden Srl e dalla Alekos Spa per il trattamento complessivo di circa 182mila tonnellate di rifiuti all’anno!!!

Abbiamo appreso da fonti ufficiali che è stata fissata, per il giorno 3 aprile, la conferenza dei servizi (tavolo tecnico decisionale) per l’impianto della GARDEN SRL.

L’inutile ecomostro, buono solo per ingrossare le tasche dei soliti traffichini dei rifiuti, dovrebbe sorgere in un’area già fortemente inquinata e nella quale un impianto simile (quello di Iavazzi) fu già bocciato per manifesta incompatibilità ambientale e per la forte opposizione popolare.

Nei mesi scorsi il Consiglio Comunale di Sparanise, con voto unanime, ha espresso la contrarietà all’installazione dell’impianto, MA QUESTO NON BASTA, è fondamentale esprimere la contrarietà all’interno della conferenza dei servizi.

Ci aspettiamo che l’amministrazione comunale e quella provinciale siano presenti il 3 aprile in Regione Campania per ribadire il secco NO delle nostre comunità a tale folle proposito!
Il nostro è un NO perché il territorio è già compromesso dalla presenza della discarica ex-Pozzi, che aspetta da più di tre anni una bonifica.

Un NO perché la centrale termolettrica già ci consegna il triste primato degli sforamenti di Pm10 tra i più alti in Campania.
I cittadini di Sparanise, Calvi Risorta e Pignataro Maggiore non meritano di essere schiacciati sotto l’asfissiante peso delle tonnellate e tonnellate di rifiuti che ogni giorno potrebbero invadere la nostra terra, già umiliata da decenni di speculazione, senza nessuna pianificazione e costruiti da privati che hanno il profitto come unico obiettivo da raggiungere! FERMIAMOLI!!!

Spazio CALeS

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout