Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Rifiuti sulla SP 147. A chi tocca rimuoverli? Per il momento ci pensa il (...)

Rifiuti sulla SP 147. A chi tocca rimuoverli? Per il momento ci pensa il Comune, poi si vedrà.

mercoledì 8 febbraio 2017, di redazione


A chi appartiene l’alveo destro della strada SP 147 km 3+100 e km 3+800 nei pressi dell’Aeroporto Romagnoli?
E dunque, a chi compete la rimozione dei rifiuti pericolosi lì abbandonati e la bonifica? Alla Provincia o al Consorzio di Bonifica?
Il Comune di Grazzanise pensa che sia la Provincia a doversi occupare della cosa, in ciò supportato (ovvio) dal parere del Consorzio. L’Ente di Corso Trieste, dal canto suo, ha fatto “orecchie da mercante” a due richieste dell’Amministrazione locale di sopralluoghi in contraddittorio al fine di accertare la proprietà del margine stradale. Un primo sopralluogo si teneva il 16.3.16, presente solo il rappresentante del Consorzio. Un mese dopo il Sindaco disponeva un altro sopralluogo anche questo disertato dalla Provincia, per cui si vedeva costretto ad emettere un’ordinanza (n. 15 del 13.9.16) diretta al Settore Viabilità e Ambiente di rimozione dei rifiuti e ripristino dello stato dei luoghi. Poiché anche questo atto sindacale era senza riscontro, il Primo Cittadino, per salvaguardare la sicurezza sanitaria e ambientale, affidava con ordinanza n. 1 del 3.2.2017 alla ditta Ecologia Falzarano l’incarico di ripulire il sito.
Contemporaneamente veniva ordinato al responsabile dell’area finanziaria di procedere al recupero delle somme anticipate in uno con la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Questo lungo contenzioso è emblematico delle difficoltà nelle quali si dibattono gli enti locali. Una volta la Provincia faceva e disfaceva, i soldi correvano, bastava un ‘fischio’ e si risolveva il problema. Ora tutto è cambiato, i finanziamenti statali sono ridotti al lumicino e nonostante i prelievi in busta paga dei lavoratori gli enti faticano ad assicurare i servizi. Basta guardare lo stato delle strade, ridotte a percorsi di guerra, pericolosissime per la pubblica incolumità.

frates

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout