Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Persone > Don F. Montesano (12): una nuova lettera dal militare-poeta

Don F. Montesano (12): una nuova lettera dal militare-poeta

lunedì 30 gennaio 2017, di redazione


Chi ha letto l’ articolo precedente sa che tra i corrispondenti di don Francesco c’era il capitano Duilio Basciani, di servizio in Friuli, autore anche di due liriche stampigliate sul retro di cartoline postali inviate al prete. Integriamo l’argomento perché nel frattempo abbiamo rinvenuto una nuova lettera di questo amico che risale a qualche anno prima di quelle che abbiamo già pubblicato, cioè al 1950.
Questa missiva, in effetti, segna, a quanto pare, un primo recupero di un rapporto che era evidentemente interrotto da tempo e che ricomincia grazie a una circostanza imprevista, l’incontro con un soldato. Accade, infatti, che il capitano Basciani conosce casualmente un soldato che afferma di conoscere, a sua volta, molto bene il prete. L’ufficiale lo presenta come compaesano di don Francesco. E’ singolare il fatto che sia in questa occasione che in quella successiva del ‘53 è la conoscenza fortuita di un soldato a riaccendere la fiammella dell’amicizia. Mentre nella lettera del ‘53 si faceva il nome di Russano Giuseppe, in questa si parla di De Angelis Achille.
La conoscenza di questo militare, dunque, ravviva la memoria dell’ufficiale e lo spinge a scrivere all’amico di un tempo. Si ricorderà che precedentemente abbiamo affermato che il militare-poeta era di stanza a Paluzza. Questa lettera invece viene da Visco, non molto distante da Palmanova, ugualmente comune friulano che all’epoca contava quasi mille abitanti, oggi ancora di meno, e che nel corso della II Guerra Mondiale aveva ospitato un campo di concentramento nazista lì dove poi era stata installata una caserma dell’Esercito..
Nella lettera Basciani ricorda il tempo in cui i due amici frequentavano la facoltà “dell’Apollinare” a Roma, cioè la facoltà di giurisprudenza della Pontificia Università della Santa Croce che ha sede appunto nel Palazzo di S. Apollinare. Poi le strade si erano divise, evidentemente, visto che uno aveva abbracciato la carriera militare e l’altro aveva intrapreso il percorso sacerdotale. Un avverbio, “ormai”, ci fa capire che Basciani doveva essere al corrente delle difficoltà incontrate da don Francesco nell’espletamento della sua missione: “Spero, anzi sono certo che ormai tutto vada bene”.
Ad ogni modo ecco la lettera in questione:

Visco, 13.4.950
Carissimo Don Francesco,
ho trovato un soldato del tuo paese e gli ho domandato di te. Egli mi ha risposto che ti conosce molto bene e che lo aiutasti anche per farlo esonerare dal servizio militare. Si chiama De Angelis Achille.
Questa occasione mi ha spinto con tanto piacere a scriverti e a riportarmi alla tua memoria di amico, quale mi fosti durante il tempo “migliore” e cioè negli anni in cui frequentammo la Facoltà giuridica dell’Apollinare a Roma. Sono Duilio Basciani. Sebbene non ti abbia scritto per lunghi anni ti ho sempre pensato e ricordato con affettuosità fraterna. E se potrò avere da te un lungo scritto, nel quale vorrai raccontarmi, da vecchio amico, tutte le tue cose, mi farai cosa assai grata.
Al soldato De Angelis ho detto che se ha bisogno d’aiuto o di qualche favore, sebbene io non sia il suo comandante di compagnia, provvederò presso il suo Comandante per fargli dare una carica più comoda. E questo – gli ho detto – lo faccio a nome di Don Francesco Montesano, di cui sono amico. Credo che ciò ti faccia piacere, caro don Ciccillo, se mi permetti ancora di usare l’antica e tanto affettuosa frase
Io sono qui a Visco, vicino Palmanova e da ben quattro anni lontano dal mondo della civiltà. Spero d’ottenere un trasferimento, ma chissà quando.
Se avrai occasione di passare per Palmanova con molto piacere ti avrei come ospite. Come vanno le tue cose dal punto di vista ecclesiastico? Spero, anzi sono certo che ormai tutto vada bene, come ti auguro di cuore. Sebbene posticipati tuttavia ti saranno bene accetti gli auguri pasquali che ti invio con tanta affettuosità.
Intanto ti abbraccio di cuore e ti invio un oceano di bene
Tuo aff.mo amico
Duilio Basciani

P.S.: Il mio indirizzo è il seguente
Capitano Basciani Duilio
59° Regg.to Fanteria
Visco (Udine)

frates

Articoli correlati:

34 anni fa moriva don Francesco Montesano
Don F. Montesano (1): Discorso funebre per Salvatore Raimondo
Don F. Montesano (2): discorso funebre per Marco Tullio Petrella
Don F. Montesano (3): discorso funebre per Francesco Parente
Don F. Montesano (4): un’esistenza problematica
Don F. Montesano (5): “la mia strada si oscura sempre più”
Don F. Montesano (6): paura e consapevolezza dell’abisso incombente
Don F. Montesano (7): il dovere di continuare la lotta contro i nazifascisti
Don F. Montesano (8): relazioni sociali
Don F. Montesano (9): alcune lettere ironiche ma non solo
Don F. Montesano (10): tra le sue amicizie un avvocato-sindaco, un professore e un musicista
Don F. Montesano (11): tra i suoi amici un militare-poeta)

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout