Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Spettacoli > MONTE>WAVE 2016, un fiume in piena

MONTE>WAVE 2016, un fiume in piena

lunedì 12 settembre 2016, di redazione


Un fiume in piena si è riversato sabato 3 e domenica 4 settembre nel parco Monte Oliveto in occasione della decima edizione del Monte>Wave. La storica rassegna di musica indipendente, nata nel 2007 da un’idea del gruppo più giovane dell’Associazione Culturale “La Città del Sole”, è oggi riuscita ad affermarsi come una delle principali - nonché più longeve - iniziative culturali della provincia di Caserta, richiamando centinaia di appassionati di musica anche da oltre regione. Ad aprire la due giorni sono state le prime tre band indipendenti selezionate dallo staff nei mesi precedenti, che hanno fatto da apripista alla splendida esibizione solista di uno dei più interessanti cantautori italiani degli ultimi dieci anni, The Niro.

Circa 30 sono stati i campeggiatori accorsi presso la splendida location di Monte Oliveto che hanno voluto piantare le proprie tende nell’area campeggio appositamente realizzata per il festival. L’area mercatini, invece, è stata occupata dalla Ong «Emergency», dall’Associazione «Pignataro Attiva», dallo stand per la vendita di manufatti in cuoio di Pierluigi Pulcini, dallo stand per la vendita di cd e vinili di Sossio Lupoli e da alcuni venditori di bijotteria. La programmazione è proseguita la mattina di domenica 5 settembre con un’escursione guidata tra storia e natura ai piedi del Monte Maggiore.

Un nutrito gruppo, guidato dal capo Scout Umberto Marra, è partito dall’arena concerti per visitato il monastero Santa Croce, avendo anche modo di ascoltare le testimonianze delle monache dell’ordine delle Clarisse, prima di continuare il viaggio presso l’antico castello di Pignataro Maggiore e di proseguire poi nella visita interna della storica chiesa di San Giorgio. In tal modo diversi visitatori hanno potuto conoscere le bellezze artistiche e culturali, spesso dimenticate e abbandonate, presenti nella cittadina.

A partire dalle 19, nell’arena talk il giovane scrittore Einaudi Marco Marsullo ha poi incontrato una folta platea alla quale ha firmato copie dei suoi libri e raccontato - con il suo stile originale - delle sue esperienze pubbliche e private come romanziere. L’attenzione si è poi nuovamente spostata sull’arena concerti, dove dalle 21 altre quattro band indipendenti hanno infuocato il parco e scaldato l’atmosfera per il concerto del duo folk ’n roll de il Pan del Diavolo, che ha sancito la chiusura finale di una lunga e appassionante due giorni di musica e cultura.

Centinaia le persone accorse dalla Campania e dalle regioni limitrofe, ma anche la comunità di Pignataro Maggiore ha voluto partecipare in massa e attivamente durante entrambi i giorni a quello che è diventato il più grande evento “di esportazione” pignatarese. L’Associazione Culturale “La Città del Sole” ringrazia l’amministrazione comunale di Pignataro Maggiore, gli esercenti privati e tutti i volontari del Monte>Wave 2016 per aver contribuito fattivamente alla riuscita della manifestazione e alla crescita culturale della nostra cittadina.

La Città del Sole
www.lacittadelsole.eu

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout