Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Religione > Grazzanise pronta a celebrare san Biagio il 3 febbraio

Grazzanise pronta a celebrare san Biagio il 3 febbraio

Un programma ricco, per riportare in auge una tradizione che ha rischiato di andare perduta

giovedì 29 gennaio 2015


GRAZZANISE – Grazzanise si prepara a celebrare il compatrono san Biagio vescovo, medico e martire, con una serie di celebrazioni in programma per tutta la giornata di martedì prossimo, 3 febbraio, con cui si aprirà l’anno giubilare dei 1700 anni dal suo martirio (316). Su desiderio del professor Tiziano Izzo, infatti, il parroco don Giuseppe Lauritano ha deciso di ripristinare la festa, riportando in auge una tradizione che rischiava di andare persa.

Il Parroco, il consiglio Pastorale, i templari Osmtj coordinati da Tiziano Izzo invitano la cittadinanza tutta” dichiarano gli organizzatori.

Questo il programma della giornata:
Ore 7.00 Scampanio e Saluto all’alba.
Ore 7.30 Santa Messa mattutina
Ore 8.30 arrivo della Banda Musicale che allieterà le vie cittadine.
Ore 10.30 Santa Messa con omaggio al Santo da parte dei bambini.
Ore 17.30 Santa Messa Solenne in Onore di San Biagio Medico con la presenza dei Medici locali, degli operatori sanitari e dei volontari che operano nel settore del soccorso medico.
Ore 18.30 Secondo corteo del Martirio di San Biagio Vescovo con i figuranti e attori della Teens’park Grazzanise e il Gruppo Trombonieri S. Anna da Cava de’ Tirreni che con i loro suoni, squilli e spari onoreranno il Santo e i caduti di guerra e pace. In caso di pioggia, invece, si terrà una veglia animata dai trombonieri e dai giovani in chiesa subito dopo la messa
Dopo ogni messa saranno benedetti il Pane e l’Olio del Santo per chiedere la liberazione dal mal di gola e da ogni altro male. Vi sarà anche l’unzione della gola da parte del parroco.

Pregheremo per i cristiani perseguitati. Non saranno richieste offerte nelle case, ma ci si avvarrà delle questue esterne e interne e degli anonimi benefattori che stanno contribuendo alla festa: le spese sono minime ma tante. Chiunque voglia partecipare alle spese, può contattare il prof. Izzo, poi sarà pubblicato o affisso regolare bilancio" fanno sapere gli organizzatori, che poi ringraziano "il comitato festa di San Giovanni Battista, il comune di Grazzanise, con vigili, commissari e dipendenti per la loro squisita disponibilità, il parroco per aver ripristinato la festa su desiderio del prof Izzo, i templari come sponsor insieme ai comitati di san Giovanni Battista e santa Massiliana, il coro parrocchiale giovanile San Giovanni Battista, i medici, gli operatori e volontari sanitari, le scuole locali e i carabinieri"

A breve pubblicheremo qualche cenno storico-agiografico su san Biagio e sul suo culto da parte dei grazzanisani, a cura del teologo Tiziano Izzo, uno dei principali promotori dell’iniziativa.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout