Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Domani la prima festa di Nuovi Orizzonti

Domani la prima festa di Nuovi Orizzonti

Presentazione del programma della manifestazione

giovedì 30 settembre 2010, di redazione


GRAZZANISE – La festa di Nuovi Orizzonti fermata la scorsa settimana dalle avverse condizioni meteo avrebbe ormai spazio e bel tempo…, talché la compagine d’opposizione si prepara ad accogliere sostenitori ed avversari politici per venerdì 1° ottobre, a partire dalle ore 18, in Piazza Roma. Programma fitto di appuntamenti quello della prima e ormai unica festosa e, contestualmente, impegnativa giornata: dunque, domani il via ufficiale con il dibattito, già programmato per il 24 settembre, e riguardante le politiche a vantaggio dei giovani appunto sul tema “Coscienza e concreta operatività giovanile per lo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio”.
Presenti, fra gli altri, all’importante confronto, in qualità di relatori, il presidente del Forum provinciale dei Giovani Mario Pippo, il preside del Liceo "L. Garofano" di Capua Giovanni Di Cicco, gli assessori delegati alle politiche giovanili e i presidenti dei Forum Giovani dei Comuni del Basso Volturno.
Alle ore 20 Nuovi Orizzonti darà invece luogo ad un pubblico comizio che vedrà sul palco i vari esponenti neorizzontini con la conclusione affidata al capogruppo Federico Conte. In sintesi, prima la dialettica serena quanto intensa, poi il prevedibile approccio di contrasto. Due percorsi infilati ed imposti, nel metodo, dagli argomenti in discussione: il primo di rilevanza sovracomunale (che richiede un accostamento integrato, una ricognizione di esperienze e di progetti in cantiere); il secondo, concentrato nel comizio, di valore limitato alla municipalità grazzanisana che soffre ancora fortemente delle spire parentiane e nella quale il civico schieramento di e per Nuovi Orizzonti si va muovendo con la determinazione secca che merita una maggioranza spavalda e tronfia, oltretutto indisponibile ad aprire un costruttivo dalogo con esponenti che rappresentano quasi 2.000 dei 4.800 elettori di Grazzanise.
La serata, e quindi la festa -cui probabilmente parteciperà un folto pubblico di cittadini del Basso Volturno desiderosi di seguire entrambe le fasi della comunicazione politica- sarà chiusa da una esultante kermesse musicale che vedrà esibirsi gli Animation Brother’s e i New Notes e dall’offerta di varie prelibatezze e prodotti tipici locali.

Il vice-responsabile dell’Ufficio Stampa Luigi Pezzera

 

3 Messaggi del forum

  • Domani la prima festa di Nuovi Orizzonti

    3 ottobre 2010 02:20, di lorenzo papararo
    le iniziative intraprese dall’ing. Conte sono senza ombra di dubbio nobili e cementate da una profonda onestà intellettuale, il terreno del dialogo e del confronto è aspro e duro perchè Sp.le ingegnere se Sparta piange Atene non ride, si è ancora ancorati mentalmente ai concetti dei Feudi,delle Baronie e delle ’’clientes’’ovvero schiavizzazione del voto libero e qua ci sarebbe da fare un romanzo poichè la cosa non ha interessato solo la svolta , ma anche componenti del suo schieramento. Il vero problema caro ingegnere e perchè no Sindaco Pietro PARENTE è il grido di dolore che si leva da questi territori , per troppo tempo martoriati,calpestati e sfruttati per poi alla fine essere etichettati come ’’Camorristi’’. Troppo comodo per una classe politica di dx o di sx inefficiente corrotta e scostumata, la cui inettitudine è venuta allo scoperto a fronte dei veri problemi del territori (vedi questione scarichi rifiuti in zona, oppure stato pietoso del volturno ,oppure situazione trasporti ,potabilità dell’acqua ,fogne a cielo aperto, brucellosi, lavoratori della R.S.U. prossimi al licenziamento), ma insomma ben vengano i convegni ed i dibattiti , ma non dimentichiamo che c’è bisogno di pane a tavola ed anche subito..la camorra non si combatte con gli slogan sulla legalità , ne tantomeno solo con la repressione che serve ovviamente (fortuna che c’è) , bisogna a mio modestissimo avviso partire dall’efficienza dei comuni dei nostri territori ,organizzare le economie locali sulle poche risorse esistenti , non dico imitiamo la città di Salerno, sarebbe troppo, ma seguiamo il metodo ’’Salerno’’, le discussioni sul P.D.L. o sul P.D. ecc lasciamole fare ai Romani ,guardiamo i nostri territori. I nostri giovani troppo attratti dal mondo effimero delle ’’droghe’’ vivono alla giornata senza un progetto di vita definito, la mancanza di lavoro non consente più il modello del matrimonio classico con una programmazione definita quale l’acquisto di una casa propria. Ma veramente si pensa che in tale situazione si estirpa il TUMORE CAMORRA? Il ministro Maroni sta svolgendo un eccellente lavoro repressivo,fatto di arresti di Boss e compari vari , però il Ministro ed i suoi collaboratori devono capire che le aziende nostrane ’’definite in odore di camorra’’ in molti casi sono state vittime della stessa , atteso la mancanza di capacità di contrasto delle forze di sicurezza , quindi a cosa stiamo assistendo? per me ad una nuova occupazione PIEMONTESE, questa volta non militare ma economica ,poichè le aziende dei ’’Santi del nord con la storia oramai stomachevole della Camorra ,’’hanno tutti i requisiti per poter lucrare e trarre lauti guadagni dalle economie di questi territori come di fatto fecero i loro compaesani PIEMONTESI feroci predatori ed assassini che tanto danno hanno arrecato al sud Italia e di cui ne stiamo tuttora pagando le conseguenze trasformando il fenomeno pur presente del Brigantaggio in una vera guerra civile ove le popolazioni dimostrarono coraggio e abnegazione i primi veri partigiani (altro che chiacchiere) però messi nel dimenticatoio perchè non erano guidati dai liberali, dagli anarchici o dai marxisti-socialisti , una vera vergogna, per la storia d’Italia e per la scuola Italiana che mai ha dato il giusto spazio e reso onore ai nostri partigiani (veri) .Quindi Cari Conte e Pietro Parente è dai nostri territori che deve partire la Bonifica del sistema Politico ed Amministrativo : I nostri parlamentari attuano la politica del ’’dividi et impera’’ , fomentandola anche nella speranza che mai ci sia la coesione generale dei nostri territori per paura di perdere privilegi e ritorni economici.Il sitema politico-amministrativo che rappresentate ’’deve’’ a mio avviso tutelare e favorire l’imprenditoria media e piccola, non ostacolarla con leggine regolamenti ed interpetrazioni del singolo funzionario; un messaggio questo che va esteso a tutto il territorio e poi ancora voglio dire a chi ha le orecchie tappate che i giovani senza progetto, delusi immotivati e talvolta purtroppo deviati (tanti) non hanno più ammirazione per il camorrista stile ’’Casalese’, ma per il cammorrista di ’’Scampia’’ che come sappiamo è il più grande supermarket della droga d’Europa, ma come mai i PIEMONTESI anzi pardon i Milanesi non sono presenti in forma assidua e costante con una seria presenza H 24 sulle piazze di spaccio?, visto che i nostri parlamentari se ne dimenticano , sollecitassero il milanese leghista onorevole MARONI a far occuparte militarmente quei territori ,continuassero pure coi ’’Casalesi’’ ma è da Scampia che principalmente arriva il cancro inguaribile della droga. E’ difficile, ma noi piccoli dobbiamo tentare, è dai piccoli centri che sono nate le rivoluzioni magari facciamo rivivere lo spirito dei nostri avi ’’Briganti’’senza nessuna violenza , ma dobbiamo crederci senza una speranza andremo incontro in un futuro medio breve ad un dissolvimento del sistema sociale ed economico purtroppo già in corso.. Mi scuso per la lungaggine ed auguri ..Crediamoci..
    • Domani la prima festa di Nuovi Orizzonti 3 ottobre 2010 20:34, di M.R.
      sono d’acordo in molti punti con il sig.r papararo..ma ho una visione della politica nostrana molto semplice che ad alcuni è sembrata utopistica quando è capitato di discuterne...se fossi in politica io farei: abolire le gare d’appalto ed affidarle a ditte del nostro paese tramite sorteggio, proibirei ai commercianti di usare i saccchetti di plastica (ogni persona dovrebbe avere con se la classica borsa della spesa), fare il compostaggio domestico dell’umido con il famoso kit che non ci è stato dato,verificare che i fruttivendoli acquistino i prodotti dal nord e con etichette a norma di legge, incrementare la vigilanza notturna soprattutto nei bar, dotare le scuole di apparecchiature di videosorveglianza, ogni comune dovrebbe avere la gestione diretta dei rifiuti tramite una società del nord che utilizzi i rifiuti per convertirli in energia, costituire un comitato per il controllo dei prezzi a chi esercita attivita per il popolo senza rilascire ricevute fiscali(per esempio idraulici , elettricisti ecc. che operano molto spesso con prezzi esorbitanti), stimolare la crescita di associazioni di volontariato che operino per il bene del paese( e senza dubbio ammirevole la fioritura di associazioni culturali ma in molti paesi esistono volontari che emulano molto bene Legambiente..non si puo fare questo solo una volta all’anno c’è bisogno di consuetudine)esortare i nosri preti a non raccogliere offerte per le messe superiori a 10 euro,denunciare le cose che non vanno a voce alta e con sincerità come fanno i rappresentanti del mio partito la svolta
      • Domani la prima festa di Nuovi Orizzonti 4 ottobre 2010 10:02, di paparente

        Abbasso e alè abbasso e alè

        abbasso e alè con le canzoni senza fatti e soluzioni

        la castità la verginità la sposa in bianco il maschio forte

        i ministri puliti i buffoni di corte ladri di polli super pensioni ladri di stato e stupratori il grasso ventre dei commendatori diete politicizzate evasori legalizzati auto blù sangue blù cieli blù amore blù rock and blues

        Eya alalà pci psi dc dc pci psi pli pri dc dc dc dc

        Cazzaniga avvocato Agnelli Umberto Agnelli Susanna Agnelli Monti Pirelli dribla Causio che passa a Tardelli Musilello Antonioni Zaccarelli Gianni Brera Bearzot Monzon Panatta Rivera D’Ambrosio Lauda Thoeni Maurizio Costanzo Mike Bongiorno Nureyev Raffa Guccini

        onorevole eccellenza cavaliere senatore nobildonna eminenza monsignore vossia cherie mon amour

        Uè paisà il bricolage il quindicidiciotto il prosciutto cotto il quarantotto il sessantotto le pitrentotto sulla spiaggia di Capocotta

        Cartier Cardin Gucci portobello e illusioni lotteria a trecento milioni mentre il popolo si gratta

        a dama c’è chi fa la patta a settemmezzo c’ho la matta

        mentre vedo tanta gente che non c’ha l’acqua corrente e non c’ha niente ma chi me sente

        e allora amore mio ti amo che bella sei vali per sei ci giurerei ma è meglio lei che bella lei vale per sei ci giurerei sei meglio tu nuntereggae più

        Nuntereggae più è un album del 1978 del cantautore italiano Rino Gaetano


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout