Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cronaca > I Vigili si sentono espropriati delle loro prerogative

I Vigili si sentono espropriati delle loro prerogative

giovedì 22 aprile 2010, di redazione


GRAZZANISE - Accese discussioni nei capannelli e forti malumori all’interno della Polizia Municipale per uno strano episodio di appropriazione di prerogative che sarebbe avvenuto all’alba di oggi, giovedì 22 aprile, in occasione della partenza per Tivoli delle scolaresche della Direzione Didattica di Grazzanise.
A controllare i pullman destinati al trasporto dei piccoli alunni, infatti, non sarebbero stati gli agenti della PM ma l’ex capo-area il sig. Luigi Marano, attualmente, sembra, nello staff del Sindaco, accompagnato dall’ex Assessore alla P.I. Salvatore Raimondo che dovrebbe essere riconfermato nell’incarico con la nuova sindacatura.

Sono soprattutto gli agenti della PM a masticare il loro malcontento perché si sentono scavalcati nelle loro prerogative e funzioni.
A parer loro, il controllo dei mezzi di trasporto pubblico è un espletamento dei servizi di Polizia Stradale e, in quanto tale, spetta a una delle figure descritte dall’art. 12 del Nuovo Codice della Strada (D.L. n° 285 del 30/4/1992) il quale così recita:
"l’espletamento dei servizi di Polizia Stradale spetta
a) in via principale alla specialità Polizia Stradale della Polizia di Stato;
b) alla Polizia di Stato;
c) all’Arma dei Carabinieri;
d) al Corpo della Guardia di Finanza
;"
Seguono altre figure che non è il caso di citare.

Non è la prima volta che intorno al ruolo del Sig. Marano si scatenano controversie. Già in passato ci sono state polemiche e denunce. L’ultima presa di posizione pubblica è di due anni fa quando Liberazione Democratica, oggi sciolta, si chiedeva in un pubblico manifesto se l’interessato, all’epoca uno dei tre responsabili dell’area della Polizia Municipale (gli altri erano Tessitore, del comune di Francolise, e Di Nardo) fosse in possesso dei requisiti per far parte della commissione esaminatrice del concorso per vigili ausiliari. Il manifesto si concludeva con l’invito al Marano a dimettersi e al Difensore Civico a "pronunciarsi sulla legittimità degli atti prodotti per la [sua] nomina".
Attualmente l’ex capo area figurerebbe (il condizionale è d’obbligo) nello staff del Sindaco ma non è dato di sapere con quali mansioni.

frates

 

4 Messaggi del forum

  • La svolta continua come prima, più di prima. Alla Magistratura la - nemmeno tanto - ardua sentenza che speriamo arrivi presto.
  • Il bello è che all’ispezione erano presenti membri del consiglio di istituto (parenti dell’ass.Raimondo) che fino a poco tempo fa ,forse in vista di una candidatura a sindaco, erano contro la svolta e agitatori di genitori(anche questa volta han votato il loro congiunto e votato la svolta) e ieri non hanno aperto bocca....è la direttrice e gli insegnanti che comunque devono garantire la sicurezza degli alunni perchè non si sono informati su chi era costui e l’assessore raimondo cheruolo svolgesse in quel momento.
    • I Vigili si sentono espropriati delle loro prerogative 24 aprile 2010 21:56, di lorenzo papararo
      Sp.le redazione, ancora le problematiche della Polizia Municipale? , i capannelli, i malumori ecc, ma è possibile che il corpo di polizia Municipale non conosce da sè le proprie attribuzioni? e sprattutto le proprie funzioni? identiche a Polizia carabinieri e finanza, a noi cittadini del malumore della polizia Municipale poco interessa, altresì l’unica cosa a cui teniamo è il servizio che di fatto è ’’monco’’.I vigili non sono normali dipendenti comunali ed a fronte di attività non in linea con le normative vigenti ’’devono’’ ,anche di propria iniziativa procedere a fermare atti e condotte illecite con gli strumenti conferitegli dallo Stato giuridico rivestito, c’è poco da piagnucolare. Ritengo Sp.le Direttore che la Polizia Municipale con il suo atteggiamento omissivo,debole e poco professionale stia dando una brutta immagime esterna. Non dimentichiamo che da sempre il ’’biglietto da visita ’’ dei piccoli Comuni è la P.M.. Orbene ci sono condotte illecite? procedano . Il Sig. Marano Chi è ? Il Comandante dei vigili ? Un capo area ? , che cos’è niente? ..bene procedano a riferirlo alla Procura ,cosa che non è mai successo ...Tutt’altro dal medesimo hanno anche preso ordini. Quindi Se questo signore svolge attività illegittima, gli stessi vigili hanno concorso in tale attività ..2+2 =4 , non vedo cosa c’è da meravigliarsi. Infine sulla gita dei bambini e sui mancati controlli, vorrei far osservare al Responsabile scolastico, che alla prossima gita ’’deve’’ pretendere il rilascio di copia del verbale di ispezione e che nulla osta alla partenza dei pulman. Avvisando in via preventiva la P.M. del giorno ed ora di partenza. Se poi la stessa P.M. non è presente nel giorno della partenza ’’DEVE’’ chiamare il 113 e chiedere l’aiuto della stradale o il 112 e non di certo attendere l’ok per la partenza dal Sig. MARANO (sembra pensionato da tempo dei Carabinieri) in possesso di nessun titolo abilitativo per tale attività. Se poi è indispensabile la presenza di un pensionato magari chiamate uno dei ’’nonnini vigili’’. Ma insomma un pò di serietà e soprattutto un pò di professionalità anche da parte della scuola.
      • a quanto pare il signor marano ha commesso vn reato e di conseguenza l’assessore se ne è reso complice. Di conseguenza la responsabbile scolastica è stata vittima di vn raggiro, e perciò dovrebbe denunciare l’accaduto visto che c’erano altri testimoni genitori che dovrebbero sporgere anch’essi contro l’istituzione scolastica dato che non ha tutelato gli alunni. Anche se i carabinieri e le forze di polizia venuti a conoscenza dell’accaduto dovrebbero indagare autonomamente. E ora l’opposizione che farà?


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout