Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cultura > Musica > I Cantica Popularia presentano "l’addore ’e libbertà" a Pignataro (...)

I Cantica Popularia presentano "l’addore ’e libbertà" a Pignataro M.

venerdì 23 novembre 2012, di redazione


Nell’ambito della XXXVII Stagione Musicale degli Amici della Musica di Pignataro M., Sabato 24 novembre 2012 – Ore 19.00 i Cantica Popularia Presenteranno il loro ultimo CD “L’addore ‘e libbertà”.

Abbiamo voluto con questo progetto realizzare lo sviluppo delle forme tradizionali adoperandoci, come dal 1996, per la ricerca e la sistemazione delle testimonianze vive della tradizione (Naso e Pizzo, ’A via ’e Camigliano), ma chiedendoci per chi e, soprattutto, perché fare e diffondere ancora oggi musica popolare, nonostante risultasse di tendenza e, secondo noi, al massimo della leggerezza e del disimpegno. Abbiamo inteso conservare l’autenticità dei valori e dei sentimenti descritti nei testi, ma rinnovare ritmi e stili, consapevoli di inscrivere la nostra Operazione Sud in un contesto di denuncia e di riscatto (Quanno facimmo festa, Lavannarià, Sta terra mia nun more). Proprio adesso che il Sud non ha voce, o ha voci piccole e sparse, un gruppo di “terroni”, riunendo giovani e meno, si ostina a predicare e praticare la Resistenza e l’intercultura, teatro e musica. (Non di solo pane…...)
All’indifferenza e alla massificazione globalizzata preferiamo la speranza e la fiducia (E si putesse, Alluccammo ancora). Al mercato senza regole e senza scrupoli, ai giochi delle borse e delle banche, alla “monnezza” e alla cultura mafiosa ribattiamo con l’impegno per la cultura, l’arte e la solidarietà (L’addore ’e libbertà, L’aria è nzeccosa, ’A terra de li fate).

L’addore ‘e libertà è un progetto, un’idea collettiva. Non è un pregiudizio moralistico che subordina la musica alla parola. I contenuti e le atmosfere sono diversi e si sviluppano su temi ed armonie che abbracciano diversi stili, non solo quelli popolari. Tempi regolari e irregolari si alternano su insolite, ma solide strutture, tendenti a sovrapporre complessità e fluidità in un gioco di timbri e voci che sorprendono anche perché si divertono.

CANTICA POPULARIA
Antonella Izzo voce e castagnette
Pasquale Carusone voce e chitarra
Marino Sorrentino tromba, flauto, ciaramella e zampogna
Massimo Russo pianoforte e synth
Luca Varavallo basso
Gerardo Sangiovanni percussioni
Fabio Carusone percussioni

Curriculum del gruppo Cantica Popularia

Il gruppo musicale Cantica Popularia è nato nel dicembre 1996 in occasione dell’inaugurazione del Museo della Civiltà Contadina e Artigiana di Pignataro Maggiore (CE) per il quale ha prodotto nel giugno 2000 il CD Incantando.
Ha realizzato progetti (“L’albero di tutti” Legge 285 e Centro di aggregazione Salute Mentale Legge 328), laboratori, conferenze, rassegne teatrali, partecipando al INT. Halleiner Folk Festival Hallein Salisburgo nel 2002 e nel 2004.
Nel 2003 produce il Cd Doce doce, affermando un nuovo impianto strumentale e vocale, mantenendo forte l’impegno e la vocazione teatrale.
Dal 2004 al 2006 coordina Percorsi di Cultura popolare a Guardia Sanframondi (BN) realizzando per il progetto Teatro-Musica ’A voce d’’o viento, Masaniello, re d’’e pezziente e I tamburi delle streghe.
Collabora con l’Associazione “La Comunità” di Capua, Alas de Esperanza di Bellona e con la Scuola di Pace Don Peppe Diana di Villa di Briano.
Realizza Voci di pace, spettacolo teatrale musicale in collaborazione con i Madreterra per le iniziative culturali previste dai comuni di Pastorano, Camigliano, Pignataro Maggiore, Giano Vetusto, San Pietro Infine e Cerreto Sannita.
Ha curato la presentazione dei libri di Tiziana Verde L’ordine del vento e Il testamento di Marlon Brando.
Nel 2007 e nel 2008 per SCUOLE APERTE progetta e realizza ‘O cunto d’’e ccriature, Il paradiso delle viole e Cento passi coi tacchi a spillo, musical sul tema della legalità, che presenta a Guardia Sanframondi, a Casal di Principe nel Festival dell’impegno civile, a Camigliano e a Sparanise.
Nel 2009 ancora per Scuole Aperte a Guardia Sanframondi presenta la favola musicale L’auciello grifone e, per il Progetto “Ambiente e legalità”, in collaborazione con il Comune di Camigliano, organizza la 2ª rassegna Sentieri Acustici, presentando “Dimane è peggio d’aiere”, testo e regia di Antonella Izzo.
Nel 2010 presenta “ ‘A storia d’o Sud” alla rassegna SannioEstate per la Provincia di Benevento e “Voci nel mondo” a Camigliano.
Nel 2011 chiude il Festival nazionale dell’impegno civile per Libera con “La passione del Sud” a Maiano di Sessa Aurunca, e si riconferma in Sannio Estate e a Vinalia. A Camigliano celebra “La passione del Sud” e per il 150° dell’Unità d’Italia “Parole di briganti, scugnizzi e cantanti”.
Nel 2012 realizza la colonna sonora di Lacrime di roccia, film documento per la promozione del territorio, cura la presentazione di ”Giù al Sud” di Pino Aprile, incide il Cd “L’addore ‘e libbertà” presentandolo a Castel di Sasso in occasione di Borgo sotto le stelle, a Grazzanise per la Settimana della cultura “Salvatore Nardelli” organizzata dall’Associazione TEENS’ PARK, a Bellona per Speranza Provinciale e a Corchiano per la Sesta Edizione del Premio Comuni Virtuosi.

Co. Sta.

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout