Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Attualità > Al via il 15° Censimento della popolazione e delle abitazioni

Al via il 15° Censimento della popolazione e delle abitazioni

lunedì 7 marzo 2011, di redazione


Anche se non se ne parla la macchina organizzativa del Censimento (il 15°) della popolazione è già in moto. Come si sa, la rilevazione avviene all’inizio di ogni decennio, perciò il 2011 è l’anno del Censimento.
L’ISTAT (l’Istituto nazionale di Statistiche) ha la responsabilità dell’organizzazione, dell’elaborazione e diffusione dei dati e si avvale della rete di regioni, provincie ed enti locali che organizzano materialmente la raccolta.

Il 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni ha lo scopo di:
- Assolvere agli obblighi di rilevazione stabiliti in sede europea;
- Produrre un quadro informativo statistico sulle caratteristiche strutturali della popolazione a livello nazionale, regionale e locale;
- Determinare la popolazione legale residente in ciascun comune;
- Fornire dati e informazioni utili all’aggiornamento delle anagrafi comunali;
- Produrre informazioni sulla consistenza e le caratteristiche del patrimonio abitativo.

Quali sono le tappe di questo percorso di rilevazione?
Nel I trimestre del 2011 i comuni devono inviare la lista anagrafica della popolazione residente al 31 dicembre 2010. Entro il 31 marzo devono essere costituiti gli uffici di censimento.
Nel II trimestre è prevista la somministrazione di un questionario in forma completa a campioni di famiglie dei Comuni con popolazione superiore ai 20.000 abitanti.
Nel III trimestre l’Istat predispone liste integrative di individui, famiglie e convivenze non incluse in LAC.
Nel corso del IV trimestre avverrà la spedizione dei questionari entro il 22 ottobre 2011. Si procederà altresì alla rilevazione delle persone senza tetto e senza fissa dimora, alla formazione delle liste integrative comunali, alla restituzione multicanale dei questionari tramite Internet e centri di raccolta, al recupero delle mancate risposte e alla revisione qualitativa dei questionari cartacei.

Nel I trimestre 2012 il Comune dovrà inviare all’Istat il bilancio del censimento

Le unità di rilevazione del censimento sono le famiglie, le convivenze, le persone non dimoranti abitualmente ma temporaneamente presenti alla data del censimento, le abitazioni, gli altri tipi di alloggio, gli edifici.
La data di riferimento del censimento è fissata al 9 ottobre 2011. Dunque la popolazione residente e quella presente sono individuate con riferimento alla mezzanotte fra l’ 8 e il 9.

Il percorso censuario introduce numerose innovazioni tra le quali:
- L’impiego del registro anagrafico della popolazione residente mediante il ricorso a “Liste anagrafiche comunali” (LAC) di famiglie e convivenze per la distribuzione dei questionari;
- La consegna dei questionari tramite spedizione diretta alle famiglie;
- La somministrazione di questionari in forma completa a campioni di famiglie nei comuni con popolazione di almeno 20.000 abitanti al 1 gennaio 2008;
- L’individuazione delle unità di rilevazione dimoranti abitualmente sul territorio comunale ma non iscritte in anagrafe e il loro recupero nel computo della popolazione legale;
- La compilazione di bilanci da parte dei Comuni relativi agli esiti del confronto censimento-anagrafe;

Per la rilevazione censuaria sussiste l’obbligatorietà della risposta completa e veritiera. Tale obbligo non sussiste per i dati sensibili appositamente individuati nei questionari. I dati raccolti sono coperti dal segreto d’ufficio e dal segreto statistico.
I primi risultati per provincia e per comune saranno diffusi dall’Istan entro marzo 2012.

frates

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout