Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cronaca > Spettacolo orrendo al cimitero, profanate alcune tombe

Spettacolo orrendo al cimitero, profanate alcune tombe

sabato 17 agosto 2013, di redazione


Grazzanise Non c’è limite alla barbarie umana, la quale non risparmia neanche i morti. Infatti all’apertura mattutina del cimitero ci si è accorti che alcune tombe dell’ala grazzanisana erano state violate. Non si trattava dei soliti furti di rame o di bronzo ma addirittura di effrazioni alle sepolture.
A raccontarlo è il custode del cimitero, sig. Giovanni Vitolo, che non si sottrae alle domande di cronisti e curiosi e racconta per l’ennesima volta lo spettacolo a cui si è trovato di fronte all’apertura del luogo sacro.
Qui una lapida appoggiata per terra, lì un’altra lapide in procinto di essere divelta e che al semplice tocco è caduta ferendo una persona, e ancora una tomba profanata con bara estratta a metà, e più avanti un’altra bara aperta con fuoruscita del’arca di zinco. Complessivamente sono quattro tombe ad essere state oggetto delle “attenzioni” dei delinquenti.
Avvertiti immediatamente i carabinieri della locale stazione, la notizia si è poi diffusa in un baleno attirando una folla numerosa: “Pareva la festa dei morti”, dice il custode per rappresentare l’accorrere dei cittadini per controllare innanzitutto lo stato delle tombe di famiglia.
Le forze dell’ordine staranno già in azione esaminando e valutando gli elementi di indagine. Il caso appare quanto mai misterioso e tutte le piste al momento sono buone. Intimidazioni, estorsioni, avvertimenti? Ce lo diranno i giorni a seguire, forse.

frates

Rispondere all'articolo

 

1 Messaggio

  • Sono animali!!!!! Qualunque sia la motivazione un essere umano non dovrebbe arrivare a tanto. La dove non arriva la giustizia umana, ci credano o no, arrivera’ un giorno quella divina alla quale dovranno rendere conto senza sconti!!! Confido nell’olpera delle forze dell’ordine sperando che quanto prima ci facciano conoscere l’identita’ di queste belve senza anima.

    Rispondere al messaggio


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout