Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Attualità > Accordo per l’acqua

Accordo per l’acqua

Grazzanise e S.Maria la Fossa utilizzeranno le risorse di Acqua Campania

lunedì 26 marzo 2007, di juan_miguel

Grazzanise - Il basso Volturno non vivrà più con l’incubo del black out idrico. A fornire le comunità di questa area ora è l’ l’Acqua Campania S.p.A. con un allacciamento alla presa di Scarano (Capua). Nulla muta per gli utenti che continueranno a pagare la boleltta al Consorzio Idrico.

A fornire queste aree, infatti, ora è Acqua Campania SpA. Dovrebbero finire, dunque, con grande margine di probabilità, tutti i problemi legati ai black out che spesso hanno segnato la vita di queste comunità. Questo è quanto emerso nel corso di una conferenza stampa presso il Comune di Grazzanise che ha tenuto a battesimo il passaggio dell’approvvigionamento ad Acqua Campania. Nulla muterà rispetto al Consorzio Idrico, di cui i comuni continueranno a far parte e al quale pagheranno la bolletta dell’acqua. Per rendere ufficiale l’evento, a Grazzanise è giunto lo stesso presidente del Consorzio, Pasquale Di Biasio. Presenti il sindaco di Grazzanise, Enrico Parente e quello di S. Maria la Fossa, Bartolomeo Abbate. ”Siamo riusciti a risolvere – ha detto Parente – un problema che ci trascinavamo appresso da decenni. E’ un grandissimo risultato. Siamo qui per ringraziare pubblicamente il Presidente Di Biasio”. Analoga la soddisfazione del sindaco Abbate.”Quando intere comunità – ha detto – vivono sotto l’incubo di non vedersi assicurata l’acqua non si può parlare di sviluppo e di legalità. Esprimo, perciò, apprezzamento per il lavoro fatto”. Richiamato anche il ruolo importante svolto dalla Prefettura e la sensibilità di Acqua Campania. Tecnicamente l’operazione è possibile per l’allacciamento della rete che va verso il basso Volturno alla presa di Scarano a Capua dove quasi si incrociano le reti di Acqua Campania e del Consorzio. Da quella presa arriveranno 65 litri al secondo. “La bollettazione – ricorda Parente – sarà emessa sempre dal Consorzio”. Stessi costi ed acqua costante, dunque. Per Di Biasio il dato più significativo è la collaborazione tra Consorzio e Acqua Campania. Ora è difficile che ci siano più problemi idrici. La spesa non aumenterà per le tasche dei cittadini. Questa esperienza l’abbiamo vissuta come un atto dovuto”. Di Biasio delinea anche i nuove scenari legati all’Ato CE 5 e alla richieste di risorse per rinnovare la rete. La costanza del nuovo approvvigionamento – è stato notato – garantirà anche le comunità a valle. A Cancello ed Arnone la zone della stazione ferroviaria è alimentata dalla rete della ex 264 . Questa rete prosegue fino a Castel Volturno, zone Seponi. Il beneficio di questo aumentato approvvigionamento si avvertirà anche in queste località. GIAMMICHELE ABBATE
 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout