Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Incontro Pd - Senso civico: idee per una nuova politica

Incontro Pd - Senso civico: idee per una nuova politica

Affinità, ma presto per parlare di accordi. Il Pd mira ad aprirsi a più realtà

giovedì 11 settembre 2014, di Peppe Florio


GRAZZANISE – Un incontro per discutere di metodi e per parlare di “nuova politica”, volta al cambiamento e all’interesse verso il bene comune, lontana dalle vecchie logiche locali, ma per ora nulla di più: questo, in estrema sintesi, l’incontro di ieri tra la delegazione del locale circolo del Partito Democratico e quella del comitato Senso civico, in vista delle prossime elezioni. Per i democrat erano presenti il segretario Rosario Ciliento, il vice Pasquale D’Abrosca, il presidente Roberto Cosimo Parente, il dirigente Paolo Zito, e Paolo Parente, membro del direttivo di Ciliento, ma intervenuto ufficialmente come ex consigliere di minoranza, con “Nuovi Orizzonti”, durante l’amministrazione di Pietro Parente. Per “Senso civico”, invece, sono intervenuti il presidente Enrico Petrella, Fulvio Zito, Saverio Gravante e Francesco Petrella.

Entrambi hanno trovato nell’altro un buon interlocutore e hanno riconosciuto nell’altro una certa affinità di idee, ma parlare di accordi o di un’alleanza in vista delle prossime elezioni sembra quantomeno prematuro. “Quello che vogliamo non è una sommatoria di nomi, ma una sommatoria di idee per affrontare il cambiamento di metodo che ci prospettiamo” ha infatti dichiarato il segretario democrat Ciliento. Prima di parlare di nomi, fa infatti sapere il segretario, bisogna ragionare sulla politica.

I democrat, però, vorrebbero aprirsi a più realtà locali, creando una coalizione di forze che intenda perseguire un cammino nuovo e sia in grado di imporsi sullo scenario politico locale. E’ a questo punto che è entrato in gioco, su proposta di Paolo Parente, il nome di “Nuovi Orizzonti” (assente all’incontro riservato soltanto alle delegazioni del partito e del comitato), che, secondo il disegno del proponente, potrebbe andare a costituire la seconda punta di diamante nel tridente che vedrebbe al centro il Pd, elemento con minore forza elettorale che andrebbe a fare da collante tra le due forze maggiori.
Che, - viene da domandarsi - in qualità di elemento di equilibrio, il Pd miri a proporre come candidato a sindaco qualcuno dei suoi?

Ma considerando che quello di Nuovi Orizzonti è stato un nome fatto in assenza del leader Federico Conte e dei suoi (e quindi si tratta di conti fatti senza l’oste) e tenendo a mente che tra il gruppo di Conte e quello di Petrella non sembra esserci una naturale simpatia, bisognerà stare a vedere se i due sopporterebbero di correre insieme.

In ogni caso, ciò che è stato detto ieri dovrà essere riportato dai delegati di ieri in seno ai propri gruppi e solo allora si potrà parlare con dati alla mano e pensare di andare al di là delle mere ipotesi.

Peppe Florio

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout