Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Il Partito della pagnotta: è tutto pronto per l’ufficializzazione di (...)

Il Partito della pagnotta: è tutto pronto per l’ufficializzazione di domani

Poco si sa di nomi e programma. Salva però la tradizione della "pagnotta elettorale"

giovedì 30 aprile 2015, di Peppe Florio


GRAZZANISE – Lo confesso: quando si presentò per la prima volta in pubblico, a febbraio, annunciando la propria candidatura, anche il sottoscritto, come molti altri, lo prese sottogamba, relegando il tutto ad un episodio di satira, anche piuttosto mal riuscita. E, invece, la cosa sembra aver assunto una piega totalmente diversa: domani anche il leader Geppetto depositerà simbolo, programma e lista di candidati del “Partito della pagnotta”.

Una notizia che cambia le carte in tavola e che mette a repentaglio schemi e pronostici. Tutto deve essere rivisto ora. Osip Apatenore, meglio noto col nome di battaglia di “Geppetto il politico perfetto”, è un politico di grande esperienza: ha 50 anni e sono 60 anni che fa politica, come ama spesso dire durante i propri comizi. Una vicenda che ha del miracoloso, dato che non è soltanto lui a dirlo, ma, a conferma di questa strana quanto miracolosa anomalia, ci sono i documenti dell’ufficio anagrafe e dell’elettorale.

Ben poco si sa sulla composizione del “Partito della pagnotta”, che in queste ore è ancora a lavoro per cercare di arraffare gli ultimi voti, alla ricerca dei candidati con il più ampio bacino di voti possibile. Secondo una leggenda, una volta, in linea con la propria concezione di politica, avrebbe provato addirittura a candidare una rispettabile capra, sperando di ottenere i voti di tutto il gregge. Stando alle poche battute che oggi siamo riusciti a scambiare con un indaffaratissimo Geppetto, in lista con lui ci saranno sicuramente il veterano della politica Testa di Legno (che può contare sull’appoggio della gran parte dei Testa di) e Pinocchio, politico di carriera, che si offende a sentirsi definire bugiardo. Entro domani, comunque, ne sapremo di più.

Abbiamo poi avuto l’onore di leggere in anteprima il programma ufficiale, scritto su un tovagliolino da bar. Per ora non possiamo anticiparvi cosa ci fosse scritto ma – parole dello stesso Geppetto – sicuramente non sarà quello a portarlo alla vittoria: “ma a chi ce ne interessa dei programmi?!”. Come ogni sua campagna elettorale, infatti, il nostro Apatenore rispetterà l’antica tradizione di regalare pagnotte di pane (e, su richiesta, anche companatico), “ma certamente non in cambio di voti: è una tradizione, ‘e capito?” dichiara. “Che poi vicino alla pagnotta ci esce pure la spesa, il piacere, ‘a fatichella…che c’entra…è p’ ‘o paisano, mica per il voto, capì?” continua.

In base a quali competenze ed esperienze sono stati scelti i candidati?
Geppetto: ma ti sembrano domande per una campagna elettorale, queste? Ma invece di parlare delle cose serie. Competenze? Ma io non capisco perché i miei candidati dovrebbero competere tra di loro…così poi si litigano e voi li potete mettere sopra ai giornali, eh? E comunque no. Ma io non lo so… ma dove andrà a finire questa democrazia? Qua servono i voti. In democrazia servono i numeri…ah, a proposito di numeri, mica puoi mettere questo numero di telefono [lo trovate in calce, ndr] nell’articolo? Che chi fosse interessato a quel fatto del pane, capì? Quella poi è tradizione… E comunque, voglio dire ai cittadini di Grazzanise, Brezza e Santa Maria La Fossa: votate, votate bene, ma soprattutto votate me! Viva Geppetto! Viva il Partito della Pagnotta! Viva Grazzanise!

Peppe Florio

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout