Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Cerchiello: la linea del Pd alle comunali dovrà essere unica e (...)

Cerchiello: la linea del Pd alle comunali dovrà essere unica e condivisa

La segretaria, da poco ripristinata, risponde alle indiscrezione su una possibile candidatura di Paolo Parente

venerdì 16 gennaio 2015


GRAZZANISE - Ci sarebbe anche l’ex segretario locale democrat, ex consigliere di opposizione con Nuovi Orizzonti ed ex dirigente con Rosario Ciliento (carica da cui si è dimesso ad ottobre) Paolo Parente tra i possibili candidati a sindaco per le comunali del 2015: un nome che, se confermato, andrebbe ad infoltire la rosa dei pretendenti alla fascia tricolore. Che quell’indiscrezione risulterà fondata o meno (inoltre non è chiaro neppure se si tratterebbe di un’azione personale o a nome del partito) intanto la segretaria Teresa Cerchiello mette in moto una sorta di "guerra preventiva", per chiarire la situazione.
Questa la nota della Cerchiello:

In riferimento a indiscrezioni di stampa, tengo a precisare che il circolo territoriale del Partito Democratico, successivamente al 12 dicembre scorso, data in cui la Commissione Regionale di Garanzia del Partito Democratico ha ristabilito l’equilibrio democratico nel Circolo Territoriale del PD, sancito nel congresso del 2 febbraio 2014, non ha ancora intrapreso alcuna “trattativa” per la costituzione di liste in vista delle future elezioni amministrative.
A tal proposito, come precisò il Segretario Provinciale Vitale in una missiva che fu fatta affiggere anche per le strade cittadine, successivamente al congresso (?) annullato dalla Commissione Regionale di Garanzia del Partito Democratico, ricordo che l’unico rappresentante legale del Partito Democratico in paese è il segretario e che, come sanciscono le norme statutarie, l’indirizzo politico del Partito lo esprime il segretario su indicazioni del Direttivo.
Per quanto riguarda alle scelte per le amministrative ed eventuali candidature in quota PD si rimarrà fedeli al programma presentato in fase congressuale ed ogni scelta sarà soggetta a dibattito e condivisione con iscritti ed elettori, ricorrendo magari anche a consultazioni pubbliche.
Le “azioni” da intraprendere saranno oggetto della prossima riunione di direttivo, che verrà convocato nei prossimi giorni dopo un incontro con i vertici regionali del PD che avverrà nelle prossime ore.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout