Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > "Nuovi Orizzonti" punta su Orsolina Petrella e "ritrova" Paolo (...)

"Nuovi Orizzonti" punta su Orsolina Petrella e "ritrova" Paolo Parente

Come preannunciato, 2 i candidati espressi dalla componente Pd vicina a Ciliento

sabato 14 marzo 2015, di Peppe Florio


GRAZZANISE – “Nuovi Orizzonti” gioca la carta di Orsolina Petrella, assistente sociale 30enne, che entra nel gruppo guidato da Federico Conte in quota Pd con Paolo Parente che, dopo aver rinunciato ad un progetto autonomo, ha deciso di tornare al vecchio amore del 2010.

Ho scelto Nuovi Orizzonti perché vi riscontro un mix di ingredienti che mi fanno presagire buoni risultati elettorali e la possibilità di un’amministrazione capace di riabilitare il paese, anche da un punto di vista morale” dichiara Petrella, che vede, nel progetto di Conte, anche un connubio generazionale, che ai giovani affianca l’esperienza di politici più navigati. Tra i punti su cui la giovane candidata intende lavorare vi è quello del sociale, con particolare attenzione alle fasce socialmente disagiate, agli anziani e ai bambini. “Per quel che riguarda il sociale, vi sono diversi progetti a basso costo, o addirittura gratuiti, cui il comune potrebbe partecipare a favore dei più bisognosi”, assicura Petrella.

Paolo Parente, già consigliere di minoranza nel 2010 proprio con Nuovi Orizzonti, dopo aver abbandonato il progetto di una lista propria (“idea nata circa un anno e mezzo fa e mai pubblicizzata”), considera, invece, il ritorno in “Nuovi Orizzonti”, con cui in caso di elezione diventerebbe presidente del consiglio, la cosa più naturale da fare, in continuità con un percorso iniziato da 5 anni: “abbiamo aderito ad un progetto già valido, non in fase di formazione”.

Eppure, abbiamo chiesto a Parente in sede di conferenza stampa, nel 2010 “Nuovi Orizzonti” costituiva una sorte di “Cln” per far fronte a Pietro Parente. Oggi che la situazione è diversa e che ci sono anche candidati sindaci dichiaratamente di centrosinistra, perché il Pd appoggia Conte, che in passato è stato tesserato a centro-destra?

Quella era una campagna elettorale di “battaglia”, questa di “programma”. E’ stata una scelta programmatica: altri ci hanno chiesto di candidarci senza ancora avere un programma; con “Nuovi Orizzonti” abbiamo già dato il nostro apporto al programma, chiedendo attenzione verso la gestione dei beni confiscati, la riabilitazione urbana, il diritto alla sicurezza dei cittadini e i servizi sociali. Abbiamo scelto Conte, non una lista di centrodestra”. Quanto al futuro del gruppo, poi, Parente sognerebbe quello che aveva sperato accadesse dopo il 2012, cioè che il gruppo restasse coeso, che diventasse una specie di partito locale permanente, piuttosto che un cartello elettorale da far uscire nel periodo opportuno. “Vorrei un Nuovi Orizzonti come un progetto capace di cambiare e svilupparsi in itinere nei prossimi 15 anni” sostiene Parente, che tra i punti più urgenti pone la restaurazione urbana.

Ieri, inoltre, in sede di conferenza stampa, l’area del Pd locale vicina a Rosario Ciliento ha deciso di autosospendersi fino a quando le federazioni provinciale e regionale non faranno chiarezza sulla situazione interna al partito e sul ruolo del responsabile Gaetano Esposito. Da questa mattina la sede dello “Jotti” è passata a “Nuovi Orizzonti”. Episodio e tempistiche, queste ultime, sulle quali preferiamo non esprimere giudizi di merito, ma che comunque arrivano dopo oltre un anno di scontri e, guarda caso, proprio in piena fase elettorale, lasciando il locale del circolo proprio alla lista civica a cui si sta dando il proprio appoggio.

Peppe Florio

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout