Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Sorprendente: Gravante dice sì a Forza Italia 2.0

Sorprendente: Gravante dice sì a Forza Italia 2.0

L’ex assessore comunale, ex socialista ed ex “verde”, nel progetto berlusconiano

sabato 21 settembre 2013, di Peppe Florio


GRAZZANISE (Giuseppe Florio) – Una parabola politica che, in 8 anni, è partita dai socialisti di area boselliana (quelli di sinistra, per distinguerli dai “neosocialisti”), per approdare al centrodestra, previa una breve sosta tra i Verdi: è Vito Gravante, ex assessore comunale all’ambiente, che annuncia ufficialmente la propria adesione al progetto “Forza Italia 2.0”.
Lo scorso venerdì, infatti, Gravante ha incontrato a Caserta il senatore Vincenzo D’Anna e la vicecoordinatrice provinciale del Pdl Teresa Ucciero, per discutere del nuovo progetto che i berlusconiani stanno approntando, forse per provare a ritrovare i fasti pre-pidiellini.
Un cambio di fronte che ha lasciato di stucco quanti erano abituati a vedere Gravante a sinistra e che egli stesso giustifica affermando: “è dal 2005 che non ho più la tessera del Psi e con i Verdi non mi sono mai tesserato (ma si è “solo” candidato alle Regionali del 2010 ndr)”.
Ma in realtà il neonato progetto dei fedelissimi del Signor B. sta sfoltendo le file di sinistra di “compagni” o presunti tali - probabilmente in cerca di percentuali di consenso maggiori di quelle di Psi e Sel - se si pensa che Gravante è stato invitato dalla Ucciero, definita come “una ex compagna, con cui ho condiviso anni di militanza”. L’attività dell’ex assessore, in ogni caso, almeno per ora non mira ad un ambito sovracomunale. Intanto, però, Gravante già ha annunciato una sua candidatura a sindaco alle prossime elezioni (che, se il ricorso allo scioglimento, firmato anche da lui, non andrà a buon esito, si terranno come minimo alla fine del 2014), a capo di una lista civica mista, che prevedrà anche una componente forzista, ma che non si presenterà col simbolo del partito. “C’è bisogno che questo territorio abbia dei rappresentanti collegati con i vertici di partito, altrimenti la politica resta localizzata. La gente chiede di essere amministrata da gente del posto e quindi chi fa politica a Grazzanise deve riprendere le redini” afferma l’ex assessore, riferendosi a un sentimento sentito da molti cittadini dopo un anno e 3 mesi di commissariamento. Nei prossimi giorni Gravante incontrerà i vertici del partito e alcuni consiglieri regionali di centrodestra, mentre per fine anno, se il progetto dovesse andare in porto, a Grazzanise ricomparirà una sezione con il simbolo di “Forza Italia”.
 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout